7 dicembre 2021
Aggiornato 05:00
Tecnologia

Fibra ottica: il nuovo strumento per prevenire i terremoti

Open Fiber mette in atto una importante ricerca mirata alla prevenzione dei terremoti basata sullo sfruttamento dei cavi in fibra ottica. Scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta

Fibra ottica
Fibra ottica Pixabay

MILANO - L’allarmante situazione sismica degli ultimi anni ha reso necessaria l’ideazione di un innovativo progetto messo in atto da Open Fiber. Uno studio mirato al reperimento di informazioni precise ed economicamente più sostenibili per la previsione ed il monitoraggio dei terremoti, ad oggi considerato più efficiente della rete sismografica attualmente utilizzata. Meglio - Measuring Earthquakes signals Gathered with Laser Interferometry on Optic fibers - è il nome del progetto che ha come obiettivo quello di sfruttare i cavi in fibra ottica per il rilevamento preventivo dei movimenti delle faglie sul territorio italiano.

I cavi in fibra ottica infatti sono in grado di monitorare i movimenti tellurici grazie ai segnali luminosi che li attraversano, permettendo in questo modo di identificare e localizzare la zona a rischio con altissima precisione. Pur trattandosi di uno strumento ancora in fase sperimentale, i risultati ottenuti fino ad oggi sono sorprendenti. Lo studio in essere prevede una sperimentazione sul campo di 2 anni, dopo i quali, a seguito di una valutazione globale sulla loro effettiva efficienza, potrà essere utilizzato come strumento ufficiale per il monitoraggio e la previsione delle scosse di terremoto.

I risultati ottenuti all’estero con la fibra ottica

Islanda e Stati Uniti forniscono dati rassicuranti in merito all’utilizzo dei cavi in fibra ottica per il monitoraggio dei terremoti. In entrambi i progetti messi in atto negli ultimi anni si riscontra infatti l’identificazione di movimenti tellurici, non rilevati dagli strumenti tradizionali attualmente utilizzati.

Risultati che non solo rassicurano, ma facilitano anche in maniera rilevante la possibilità che entro i prossimi 18 mesi, questo innovativo e rivoluzionario progetto, possa diventare a tutti gli effetti un salva vita per tutto il territorio italiano.

Il partner vincente di Open Fiber

Open Fiber vanta un importante partner per la diffusione del progetto «Meglio»in Italia: Vodafone, presente con la fibra ottica nelle città e in oltre 7000 comuni d’Italia, offre sul sito web l’utilizzo dello speed test Fibra e ADSL per la misurazione delle performance di linea per verificare la propria personale situazione in merito alla propria connessione internet.