24 gennaio 2020
Aggiornato 15:00
Impresa e innovazione

Sellalab e OGR Tech a supporto delle PMI. Stefano Azzalin: «Nuovi modelli e opportunità di business per le imprese»

La piattaforma d'innovazione rivolta a startup e imprese entra con il progetto OpenPMI in OGR Tech, uno degli spazi dedicati all’innovazione più grandi di Europa

OGR Torino
OGR Torino Ufficio Stampa

BIELLA - Sellalab entra con il progetto OpenPMI in OGR Tech, uno degli spazi dedicati all’innovazione più grandi di Europa, recentemente aperto grazie al contributo di Fondazione CRT. La piattaforma di innovazione per startup ed imprese del Gruppo Sella si unisce alle Officine Grandi Riparazioni - OGR Torino per portare a Torino il progetto OpenPMI, il primo percorso d’innovazione costruito sulle esigenze delle piccole e medie imprese italiane. Partendo dai principi dell’open innovation, OpenPMI unisce il talento di giovani laureati alle imprese che sorreggono il tessuto imprenditoriale italiano. Grazie all’iniziativa all’interno delle OGR Tech per 4 mesi 24 giovani studenti, provenienti da tutta Italia e divisi in team multidisciplinari, si cimenteranno ad identificare e proporre soluzioni innovative a reali e concreti problemi delle 6 aziende partecipanti.

Massimo Lapucci (OGR)

«L’ingresso di Sellalab in OGR Tech, con un progetto innovativo capace di mettere in connessione idee, talenti e imprese, è pienamente coerente con una delle principali mission del luogo: generare valore per il territorio e concrete opportunità di business per le aziende attraverso iniziative e collaborazioni con i migliori player del Paese», ha dichiarato Massimo Lapucci, Direttore Generale OGR e Segretario Generale Fondazione CRT.

La scelta di entrare a far parte dell’ecosistema OGRTech, il principale hub d’innovazione torinese, è frutto della comunanza d’intenti verso i giovani, il territorio e il mondo dell’impresa che sia Sellalab e OGR Torino portano avanti quotidianamente con le rispettive attività. Il progetto OpenPMI è sviluppato inoltre in collaborazione con Fondazione CRT, dpixel e FullBrand.

Stefano Azzalin, responsabile Sella Lab Italia
Stefano Azzalin, responsabile Sella Lab Italia (SellaLab)

Stefano Azzalin (Sellalab Italia)

«Come Sellalab crediamo fortemente che uno sguardo nuovo, esterno e privo di preconcetti, come quello di giovani talenti laureati, possa con maggior facilità e successo individuare nuovi modelli e opportunità di business per le imprese. Negli anni, abbiamo visto, che questa contaminazione tra talento e impresa ha sempre generato un impatto positivo all’interno delle aziende, sviluppando consapevolezza e un orientamento diffuso all’innovazione», ha dichiarato Stefano Azzalin, responsabile Sellalab Italia.

Sellalab

Sellalab è una piattaforma d’innovazione rivolta a startup e imprese con l’obiettivo di supportarne la crescita, i processi di open innovation e di trasformazione digitale. Nata nel 2013 all’interno del Gruppo Sella, ad oggi conta sedi a Biella, Lecce, Salerno e Milano, ciascuna nata con lo scopo di contribuire alla crescita del tessuto imprenditoriale del territorio in cui si inserisce. Ogni centro Sellalab svolge un ruolo di facilitatore e abilitatore di un ecosistema fatto di talenti, istituzioni, startup e aziende consolidate, rivolgendo le proprie azioni allo sviluppo economico del territorio e regione in cui sorge. Ogni anno, tra tutte le proprie sedi, Sellalab visiona oltre 200 progetti di startup ed eroga oltre 150 eventi su tematiche legate ai temi dell’innovazione, della trasformazione digitale e dell’imprenditorialità.

Con il progetto OpenPMI Sellalab ha voluto scendere in campo per rendere i processi di open innovation accessibili anche alle PMI, ovvero le aziende che sorreggono il tessuto imprenditoriale italiano e, al contempo, offrire ai giovani talenti laureati una possibilità concreta per entrare a far parte del mondo del lavoro e dell’impresa attraverso un percorso che fosse sia formativo che lavorativo: al termine dei quattro mesi i partecipanti avranno infatti appreso metodologie alla base dell’innovazione aziendale, potendo così diffonderle anche in altre realtà.

OGR Torino

Ex Officine dei treni sorte nell’Ottocento, le OGR sono rinate come Officine delle idee, della creatività e dell'innovazione, dopo la grande opera di riqualificazione della Fondazione CRT che ha investito 100 milioni di euro. Inaugurate a settembre 2017 su un'area di 35.000 mq nel cuore di Torino, sono diventate un centro di produzione e sperimentazione tra i più produttivi e dinamici in ambito culturale, artistico e tecnologico, nonché uno dei maggiori esempi di venture philantropy in Europa.

Lo scorso giugno il progetto si è completato con l'apertura dell'area Tech: un nuovo hub per la ricerca scientifica, tecnologica e industriale, in grado di attrarre partner e operatori specializzati da tutto il mondo, con l’obiettivo di catalizzare mezzo miliardo di euro di investimenti e 1.000 nuove start up accelerate nei prossimi vent’anni. La collaborazione con Techstars, leader globale che supporta la crescita e lo sviluppo delle startup con base in Colorado, ha portato alle OGR eventi di rilevanza internazionale, come la Torino Startup Week e l’OGR Global Summit, e ha posto le basi per il primo programma di accelerazione in Europa dedicato alla smart mobility.

La scorsa settimana le OGR hanno siglato un accordo con Microsoft, che permetterà l’ingresso in Italia del programma Microsoft for Startups, – che a livello globale può fare affidamento su una capacità di investimento di 500 milioni di dollari – e che offrirà opportunità concrete anche a giovani imprenditori e nuove aziende sul territorio. La partnership riguarderà anche il settore gaming con il programma ID@Xbox e verrà costruito un progetto di formazione ed eventi dedicati per offrire occasioni di dialogo e networking a startup, sviluppatori e studenti. Al centro di questo impegno anche un piano di hackathon per stimolare la nascita di nuove idee.