17 giugno 2021
Aggiornato 04:30
tecnologia

Il finestrino per i non vedenti di Ford (grazie a una startup italiana)

Si chiama Feel The View, è stato sviluppato da Aedo ed è in grado di trasformare la superficie piana del finestrino di una vettura in un display tattile

ROMA - I non vedenti potranno così immaginare verosimilmente il panorama che scorre di fronte al loro viso, mentre l’auto si muove, direttamente attraverso il finestrino: non con la vista, ma bensì con il tatto. Un progetto, se vogliamo filantropico, ma davvero molto importante. Non solo per Ford, ma soprattutto per le persone non vedenti. E questo grazie al prototipo prodotto da una startup italiana.

Si chiama Feel The View, è stato sviluppato da Aedo, startup specializzata in dispositivi per disabili visivi, ed è in grado di trasformare la superficie piana del finestrino di una vettura in un display tattile. In questo modo rendendo il paesaggio percepibile quando l’auto è in viaggio. Il prototipo s’attiva tramite un pulsante. Feel The View - che può essere applicato comodamente al finestrino dell'auto - scatta una foto al panorama al di là del vetro, convertita poi dal software in un’immagine in scala di grigi ad alto contrasto proiettata sul vetro tramite particolari LED.

L’utente, toccando il finestrino, può percepire delle particolari vibrazioni che appaiono di diversa intensità a seconda del tipo di grigio (possono essere riprodotte 255 diverse intensità di vibrazioni). Muovendo la mano potrà quindi verosimilmente ricostruire ciò che si cela al di là del vetro e immaginare il panorama che scorre davanti al suo viso. Il device è inoltre in grado di descrivere con un feedback audio quanto osservato, sfruttando il sistema di altoparlanti presente nell’abitacolo.

La tecnologia, interamente sviluppata in Italia, è stata fortemente voluta da Ford Italia il cui obiettivo è anche quello di migliorare la qualità della vita quando ci si trova all’interno di un’auto. La realizzazione di Feel The View ha coinvolto anche la sede italiana di Views International, oltre all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti i cui membri hanno dato importanti consigli e feedback indispensabili per la realizzazione del progetto e per riuscire ad adattarlo alle reali esigenze.

Al momento non sono state rilasciate informazioni in merito a un eventuale commercializzazione di Feel the View, a una sua compatibilità con i veicoli di altri automaker e al prezzo di vendita.