Innovazione | Startup

Tre startup della Milano Design Week

L’atmosfera di Milano è carica di trepidazione per la nuova edizione della Design Week. Vi abbiamo selezionato tre startup che potrebbero essere molto interessanti

Tre startup della Milano Design Week
Tre startup della Milano Design Week (Shutterstock.com)

MILANO - Innovazione, design, scoperta e sostenibilità. L’atmosfera di Milano è carica di trepidazione per la nuova edizione della Design Week che anche quest’anno – in concomitanza con il Salone del Mobile alla Fiera di Rho – porterà nella metropoli meneghina il meglio della creatività nazionale e internazionale. L’innovazione, chiaramente, la fa da padrona in quelli che sono i nuovi trend per la casa del futuro. Sono molte le startup che parteciperanno alla kermesse. Di queste ne abbiamo selezionate alcune, che ci stanno particolarmente care, e a cui vi consigliamo di prestare attenzione.

Olive Lab: luce, tempo e design
La luce è design e arredamento: ne sono convinti Giulia e Marco, fondatori di Olive Lab, startup incubata all’I3P di Torino e che in occasione della Milano Design Week 2018 parteciperà al Milan Design Market nell’ambito dell’Isola Design District. Nel corso dell’evento, che si svolgerà dal 17 al 22 aprile all'interno dello Studio Fotografico Gianni Rizzotti (via Pastrengo 14), Olive Lab presenterà Equilibrio e Riflesso, due prodotti di design che uniscono stile e innovazione. Equilibrio è una lampada che nasce dall’incontro tra la forza di gravità e l’attrazione magnetica: grazie a due componenti cilindrici simmetrici e a dei magneti la lampada è in grado di «volare» magicamente nel vuoto, in un permanente stato di equilibrio. Solamente quando le due componenti sono perfettamente allineate la luce viene diffusa nell’ambiente circostante. Riflesso è invece un orologio da parete in grado di utilizzare i fasci di luce per mostrare lo scorrere del tempo. Grazie a un sistema di riflessi e una sorgente di LED pilotati da un sensore di luce ambientale, tre fasci di luce scorrono sulla parete, disegnando il tempo e creando una sensazione magica nell'ambiente circostante.

Biancorosso: l’interior design in realtà virtuale
Unire in un originale connubio l’​interior design​ e la t​ecnologia​ per offrire un servizio accessibile a tutti. Questo l’obiettivo della startup Biancorosso Design, in grado di dare a tutti la possibilità di godere della casa dei propri sogni permettendo di visualizzare immersivamente il progetto commissionato in realtà virtuale tramite un’app e un visore 3D. La startup torinese sarà presente per tutta la Milano Design Week per le vie delle zone centrali del Fuori Salone, coinvolgendo i passanti con i visori a realtà virtuale. In particolare, sabato 21 aprile dalle 11 alle 18 in via Tortona, il team di Biancorosso si esibirà in uno scatenato flash mob sulle note di una personalissima versione del tormentone​ «una vita in vacanza»​ dello Stato Sociale. Grazie al performer Giorgio Cristofoletto, il coreografo Francesco Dalmasso, e alla partecipazione della scuola Formainarte e ai ragazzi dell’Accademia Artemente, la startup racconterà al pubblico la sua mission e il suo motto ​«la casa dei sogni per tutti».

S​econdo la filosofia di Biancorosso Design​ e nel pieno rispetto dell’italianità che la contraddistingue, gusto e bellezza dovrebbero essere democratizzati e resi alla portata di tutti; ​chiunque, in poche parole, dovrebbe poter godere di un appartamento arredato con stile, funzionalità e cura del dettaglio. Per questo, con Biancorosso Design i clienti infatti possono vedere il progetto prima ancora che venga realizzato grazie alla​ realtà virtuale​: con l’applicazione ideata dal team della startup è possibile abitare l’ambiente che si vuole rivoluzionare e vedere come diventerà dopo il restyle.

YAR, musica spaziale al Fuorisalone
Come apprezzeremo la musica sulla luna? Sarà possibile scoprirlo partecipando durante la Design Week alla Driade - Moon Mission: dal 17 al 22 aprile, ogni giorno dalle 11.30 alle 22.00, presso il Cinema Arti Milano (Via P. Mascagni 8) Driade celebrerà il suo 50° anniversario con una missione lunare immaginaria che regalerà a tutti i visitatori un’esperienza multisensoriale con la sala d’ascolto lunare e con una playlist interstellare di Tidal eseguita con YAR. Ispirato dalla complessità e bellezza della natura, e progettato per restituire la musica come se fosse suonata dal vivo nella stanza, YAR è il sistema audio che, grazie alla sua tecnologia, immerge l’ascoltatore al centro della scena.