25 febbraio 2020
Aggiornato 01:30
venture capital

Nasce Five Season Ventures, il fondo italiano FoodTech da 60 milioni

Il fondo mette a disposizione 60 milioni per le startup europee che sviluppino soluzioni in ambito FoodTech

Nasce Five Season Ventures
Nasce Five Season Ventures Shutterstock

BOLOGNA - Debutta oggi, con le sue due sedi a Parigi e Bologna, Five Season Ventures, il fondo di venture capital Made in Italy che metterà a disposizione ben 60 milioni di euro per investire nelle nuove tecnologie alimentari in tutta Europa e con particolare interesse per il nostro Paese e la Francia. Il fondo si concentrerà sulle imprese in fase di avviamento, sviluppando innovazioni tecnologiche volte a risolvere le principali sfide che il settore si trova attualmente ad affrontare, dagli alimenti più sani, alle catene di approvvigionamento più corte, alla nutrizione quantificata e personalizzata, alle proteine alternative.

La crescita nel settore FoodTech
Una boccata d’ossigeno per le startup del settore FoodTech, sempre più in espansione, tanto da convogliare buona parte degli investimenti in venture. Secondo il report AgFunder, nel 2017 gli investimenti globali hanno raggiunto i 10,1 miliardi di dollari, con un aumento del 29% rispetto al 2016 e un quadruplo dal 2014.

L'impennata dell'innovazione in questo settore è dovuta a molti fattori, come il cambiamento della mentalità dei consumatori in materia di prodotti alimentari e nutrizionali, la riduzione del costo della tecnologia, il disallineamento tra la domanda globale e l'offerta di prodotti alimentari e gli operatori storici che iniziano ad acquisire imprese nella fase iniziale. Nonostante il crescente numero di investimenti, sono ancora pochi gli operatori di venture capital focalizzati sul settore, soprattutto in Europa, dove Five Seasons Ventures sarà il principale fondo indipendente nel FoodTech. Nel Vecchio Continente, i finanziamenti hanno raggiunto 1,4 miliardi di euro nel 2017, quasi il doppio degli investimenti nel 2016, secondo i dati di Dealroom.co.

Un cervello italiano
Five Season Venture, peraltro, nasce da due menti tutte italiane, Ivan Farneti e Niccolò Manzoni. Il primo con 20 anni di esperienza negli investimenti in venture capital, ex socio fondatore di Doughty Hanson Technology Ventures e membro del consiglio direttivo di Seedcamp. Niccolò, invece, è stato tra i primi investitori europei a sostenere 10 delle aziende che hanno definito il settore FoodTech, come Impossible Foods, Perfect Day, Beyond Meat, Clear Labs e Memphis Meats. I fondatori sono affiancati da un team eccezionale che contribuisce con vasta esperienza nell'industria alimentare e competenza in R&S, produzione, operazioni e open innovation.

Su quali startup concentrasi
«Il settore del FoodTEch oggi mi fa ritornare indietro nel 1997, quando un'enorme ondata di innovazione non era ancora stata colmata da un'adeguata offerta di capitale - afferma Ivan Farneti -. E' giunto il momento di investire in questo settore, mettendo insieme capitale istituzionale e mentalità degli investitori di rischio». Inizialmente il fondo si concentrerà sulle startup che lavorano su soluzioni tecnologiche per migliorare l'alimentazione e la nutrizione, la trasparenza nella filiera agroalimentare, la riduzione delle calorie sprecate, il riutilizzo dei materiali di scarto e l’ecosostenibilità.

Five Seasons Ventures è autorizzata e regolamentata dall'AMF, Autorité des Marchés Financiers. Il fondo è sostenuto da InnovFin Equity, con il sostegno finanziario dell'Unione Europea nell'ambito di Horizon 2020. Altri investitori sono Nestlé, Fondo Italiano d'Investimento e Bpifrance.