21 marzo 2019
Aggiornato 13:00
innovazione

Cos'è Enisie, il progetto Italia-Malta per lo sviluppo del Mediterraneo

Un progetto nato per coinvolgere i territori di Sicilia e Malta per la creazione e lo sviluppo di imprese innovative

Cos'è Enisie, il progetto Italia-Malta per lo sviluppo del Mediterraneo
Cos'è Enisie, il progetto Italia-Malta per lo sviluppo del Mediterraneo Shutterstock

CATANIA - Collegare due delle più belle isole del Mediterraneo per incentivare la loro collaborazione e lo sviluppo di realtà innovative. E’ questo il progetto europeo ENISIE - Enabling Network-based Innovation through Services and Institutional Engagement, finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale con 1,4 milioni di euro nell’ambito del programma di cooperazione «Interreg V-A Italia-Malta». Un progetto nato per coinvolgere i territori di Sicilia e Malta per la creazione e lo sviluppo di imprese innovative e legate al social business e per attivare operazioni commerciali tra le due isole.

Il progetto sarà guidato, per i prossimi 2 anni, da Tree, PMI innovativa specializzata in servizi di Innovazione ed Education, la quale coordinerà la compagine di partner composta da Impact Hub Siracusa, l’hub siciliano dell’innovazione sociale, Malta Enterprise - Life Sciences e il Malta Council for the Voluntary Sector.

Si partirà dalla mappatura delle realtà di innovazione, presenti in Sicilia e a Malta, da potenziare grazie a interventi mirati, per creare nuovi posti di lavoro e un ponte commerciale italo-maltese in grado di innescare un circolo virtuoso a vantaggio delle due realtà e dell’intera area mediterranea. Tra gli obiettivi del progetto, anche la realizzazione una piattaforma online per favorire le attività e le connessioni di business a livello mediterraneo ed europeo. «Siamo fieri di poter guidare questo partenariato per il raggiungimento di obiettivi tanto ambiziosi per la Sicilia e per l’intero ecosistema - ha commentato il CEO di Tree, Antonio Perdichizzi -. Siamo certi che, grazie alle peculiarità di tutti i partner che fanno parte del progetto, sapremo dare un importante contributo allo sviluppo di un territorio che ha tanto da offrire, mettendolo nelle condizioni di cogliere le opportunità e di diventare una best practice a livello europeo».

Un’occasione importante per la Sicilia e per l’Italia, soprattutto alla luce delle recenti intenzioni del Parlamento maltese di dotarsi di una legislazione pro Blockchain, una delle tecnologie più disruptive e in procinto di rivoluzionare notevoli business nei prossimi anni. Il Parlamento avrebbe previsto tre disegni di legge tra cui anche un testo volto alla regolamentazione delle ICO e di altri servizi relativi alle criptomonete.

Il progetto ENISIE segue, peraltro, un altro importante «aiuto» da parte dell’Europa che ha recentemente elargito 30 milioni di euro per le aziende che avviano processi di ammodernamento digitale. Entro il 22 marzo è possibile mandare la domande per ottenere incentivi diretti, finalizzati all'acquisizione di immobilizzazioni materiali e immateriali per raggiungere un upgrade tecnologico nei settori produttivi tradizionali. Per ciascun progetto approvato il contributo a fondo perduto è del 75% dei costi ammissibili.