24 marzo 2019
Aggiornato 20:30
criptomonete

Il co-fondatore di Ripple è una delle persone più ricche al mondo

L'aumento a 2,47 dollari per moneta - da 0,25 a metà dicembre - ha reso il co-fondatore e l'ex CEO della società una delle persone più ricche del mondo

Il co-fondatore di Ripple è una delle persone più ricche al mondo
Il co-fondatore di Ripple è una delle persone più ricche al mondo Shutterstock

MILANO - Bitcoin ha monopolizzato completamente l’attenzione di banche, investitori, ma anche della gente comune in questo 2017. Il mondo delle criptomonete, tuttavia, è molto più vasto di ciò che si pensi: è solo una delle 1370 monete quotate su Coinmarketcap, una delle più grandi piattaforme che tracciano l'andamento delle monete virtuali, per un valore totale di mercato che ha ormai superato abbondantemente i 600.000.000.000 dollari. Le vacanze di Natale, nello specifico, sono state il periodo per l’ascesa di un’altra criptomoneta, definita da molti esperti, anti Bitcoin: Ripple, fondata da una società californiana che ha usato la tecnologia blockchain per sviluppare una rete di pagamenti per banche, scambi di valute digitali..

L'aumento astronomico a 2,47 dollari per moneta - da 0,25 a metà dicembre - ha reso il co-fondatore e l'ex CEO della società una delle persone più ricche del mondo. Lui è Chris Larsen, ha fondato Ripple Labs - ora conosciuta solo come Ripple - nel 2012. Nel novembre del 2016 diventa presidente esecutivo della società e, al momento (secondo Forbes), possiede 5,19 miliardi in XPR (la criptomoneta emessa appunto da Ripple). Possedendo Larsen il 17% della società (secondo fonti interne), il suo valore netto totale ammonta a 37,3 miliardi di dollari. Questo lo renderebbe il 21° personaggio più ricco del mondo, secondo l’indice miliardario di Bloomberg - appena dietro il magnate indiano Mukesh Ambani.

L'attuale CEO di Ripple Brad Garlinghouse possiede una partecipazione del 6,3% in Ripple, secondo una fonte della società, e possiede ulteriori gettoni XRP. Ha un patrimonio netto di almeno 9,5 miliardi di dollari. E questo patrimonio lo posizionerebbe quindi al 54esimo posto nella classifica degli uomini più ricchi del mondo.

XRP, che viene più comunemente chiamata Ripple, è stata, senza dubbio, la valuta crittografica più performante del 2017, passando da 0.0065 dollari per gettone nel gennaio 2017 a 2,47 entro la fine dell'anno. In questo modo Ripple ha guadagnato il 36,018% contro l’1,318 realizzato da Bitcoin. XRP, essendo rilasciato da un'azienda, è meno decentralizzato di molte altre monete virtuali. Per esempio, Ripple stessa detiene 61,3 miliardi di XRP, di cui 55 miliardi che conserva in deposito fiduciario. Sono stati distribuiti solo 38,7 miliardi di gettoni XRP e la società ha recentemente dichiarato di avere più di 100 clienti, come American Express e Santander, che stanno collaborando sui pagamenti USA-UK usando - appunto - la tecnologia della società. Al contrario, Bitcoin è molto meno concentrato, anche se molti dei primi detentori hanno un gran numero di monete. Si ritiene che Satoshi Nakamoto, il misterioso creatore di Bitcoin, possieda la quantità maggiore, con un patrimonio stimato di 980mila Bitcoins. Ciò rappresenta solo il 5,8% di tutti i Bitcoins attualmente esistenti. Ovviamente la fluttuazione del valore delle monete virtuali fa sì che queste posizioni (nella classifica degli uomini più ricchi del mondo, ndr.), possa essere persa molto facilmente.