4 aprile 2020
Aggiornato 04:30
dentro la casa dell'innovazione

Cosa c'è dentro la Microsoft House

L'obiettivo della Microsoft House è di accogliere nel 2017 oltre 200mila visitatori, 10mila professionisti, 4mila studenti e mille dirigenti scolastici mettendo a disposizione tecnologie, competenze, momenti di formazione e occasioni di confronto

MILANO - Uno spazio aperto e integrato con l'ambiente esterno nel cuore di Milano, nel quartiere di Porta Volta, pensato per accogliere chi arriva, dal cliente all'azienda, dal professionista allo studente, e riflettere il valore della open innovation: così è concepita la Microsoft House, la nuova sede della società di Redmond che apre al fianco della Fondazione Feltrinelli, nel primo edificio italiano progettato da Herzog e De Meuron.

Inclusione e apertura
«Volevamo rompere il concetto di dentro-fuori, creare un flusso costante con la città, uscire da un ufficio chiuso che può essere respingente, sposando il progetto della Fondazione Feltrinelli, di cui ci siamo innamorati», ha spiegato l'a.d. di Microsoft Italia Carlo Purassanta. Un progetto che ha visto 10 milioni di investimento per la costruzione e il trasferimento della sede a cui si aggiungono 10 milioni all'anno tra spese dirette e indotto. L’obiettivo della struttura, infatti, è consentire l’apertura, l’inclusione e la totale integrazione con l’ambiente esterno.

Microsoft House
Microsoft House (Facebook)

Previsti oltre 200mila visitatori
L'obiettivo della Microsoft House è di accogliere nel 2017 oltre 200mila visitatori, 10mila professionisti, 4mila studenti e mille dirigenti scolastici mettendo a disposizione tecnologie, competenze, momenti di formazione e occasioni di confronto. «E’ uno spazio per l'ecosistema e non solo per i nostri collaboratori con l'intento di impattare la digitalizzazione del Paese: l'Italia ha bisogno di tantissima trasformazione e volevamo dimostrare come il digitale influenzi la vita e l'organizzazione professionale di tutti - ha aggiunto Purassanta - solo insieme si possono fare grandi cose per far crescere il Paese».

Microsoft House
Microsoft House (Facebook)

Tra Digital Class e Loft
La Microsoft House, con 832 vetrate, si sviluppa in 6 piani fuori terra, di cui 3 aperti alla città. Il piano terra ospita lo Showroom, dedicato al grande pubblico e realizzato in collaborazione con Intel: è aperto 7 giorni su 7 per sperimentare le tecnologie Microsoft e le soluzioni dei suoi partner, oltre che per tutti gli appassionati di gaming, con postazioni Xbox e dispositivi Windows 10. Nella Digital Class studenti e docenti possono invece scoprire e sperimentare le nuove frontiere dell'insegnamento e promuovere la diffusione della cultura digitale. Il Microsoft Technology Center, al primo piano, è progettato come luogo di condivisione per fare vivere alle aziende, alle startup, ai professionisti, scenari d'innovazione abilitati da Microsoft e da Intel, e per aiutarli a capire come la tecnologia possa generare concreti vantaggi di business. Al quinto piano si trova The Loft, un ambiente riservato ed esclusivo, elegante e al contempo estremamente funzionale, pensato per ospitare eventi di rilievo e importanti momenti di business. Al quinto piano si trova The Loft, pensato per ospitare eventi e momenti di business. Dal secondo al quinto piano si trovano le aree riservate a dipendenti e collaboratori: le postazioni open space, ispirate al principio della flessibilità, non sono assegnate e sono diverse nella forma e nell'estetica in base alle funzioni operative. La centralità dell'Italia per Microsoft è testimoniata anche dalla scelta dei materiali, dei sistemi e degli arredi, tutti made in Italy.

L’importanza della Digital Class
Il futuro è nelle mani delle nuove generazioni, dei più piccoli. Sono loro quelli che porteranno avanti la specie, l’evoluzione dell’uomo e delle tecnologie. Va da sé che, in questo contesto, la formazione assume un ruolo fondamentale, di cui Microsoft ha deciso di farsi promotore. Già, perché Microsoft House, sarà anche un ginnasio, una palestra dell’innovazione digitale. «Il mondo sta cambiando, riplasmato dalla quarta rivoluzione industriale. C’è sempre meno confine tra ciò che accade in campo digitale e realtà analogica. Per orientarsi in questo nuovo mondo occorrono dimestichezza con gli strumenti tecnologici ed attitudini individuali sviluppate e coltivate nel tempo - ha detto Francesco Del Sole, direttore Education Lead Microsoft -. È necessaria cultura digitale e il luogo fisico della Microsoft House nasce per essere anche questo: con la Digital Class accettiamo la sfida di essere un polo d’esperienza e un punto di riferimento per formare l’Italia del domani anche grazie alla collaborazione con la rete degli Animatori Digitali sul territorio». La Digital Class della Microsoft House è un laboratorio aperto per tutti e per tutta Italia. Chi volesse sperimentare l’esperienza di questa classe digitale può trovare maggiori informazioni qui.

Microsoft House
Microsoft House (Facebook)

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal