15 gennaio 2021
Aggiornato 22:00
connette le microimprese

Intermed Solutions, la startup che vuole aiutare l'Industria 4.0

Intermed Solutions agevola la produzione di schede elettroniche e cablaggi elettrici sul territorio nazionale, facilitando la ricerca e selezione veloce di fornitori italiani qualificati

BARI - Si parla molto in questi giorni di Industria 4.0. Dopo l’approvazione da parte del Governo del piano che dovrebbe elargire nei prossimi anni ben 13 miliardi di euro alle imprese del manifacturing, il tessuto industriale italiano è in fermento. L’Industria 4.0, di fatto, prevede la connessione tra sistemi fisici e digitali, l’utilizzo di macchine intelligenti, automatizzate, interconnesse e collegate a internet. Ma il rapporto che sta a monte, tra fornitori e PMI, funziona davvero così bene da garantire l’accesso, nel settore, delle nuove tecnologie?

Da un’esigenza
A costruire questo step ci pensa Intermed Solutions, startup fondata da Stefano Bisanti e i suoi soci con l’obiettivo di mettere in contatto committenti e fornitori: «Dopo la laurea in Scienze di Internet presso l’Università di Bologna, ho iniziato a lavorare per una grande fabbrica specializzata nell'Electronic Manufacturing Service. Presto mi sono reso conto delle difficoltà che hanno le aziende italiane a proporsi sul mercato nazionale ed internazionale – racconta Stefano Bisanti -. E soprattutto dei costi che affrontano nel momento in cui viene a mancare un cliente importante». Come ogni startup che si rispetti, anche Intermed Solutions nasce da un’esigenza concreta, riscontrata durante un percorso lavorativo o personale. Stefano capisce che è necessario semplificare l’incontro tra domanda e offerta per valorizzare e rendere accessibili le aziende italiane a livello internazionale.

Abbattere i costi e connettere committenti e fornitori
Stefano si mette a lavoro e ne parla con Sandro Di Benedetto e Arielle Garnier, oggi rispettivamente CTO e CFO della startup. A maggio del 2015 i tre fondano Intermed Solutions e iniziano l'implementazione di ISPlatform: la prima piattaforma web B2B dedicata al sourcing elettrico-elettronico Made in Italy. L’obiettivo è quello di abbattere i tempi ed i costi ottimizzando il processo di ricerca e selezione dei fornitori. Attualmente si sta sviluppando una versione beta della piattaforma, che dovrebbe essere online a partire dai primi mesi del 2017.

Come funziona Intermed Solutions
«Agevoliamo la produzione di schede elettroniche e cablaggi elettrici sul territorio nazionale, facilitando la ricerca e selezione veloce di fornitori italiani qualificati - spiega Stefano. - Dallo scounting alla gestione dell’intero processo di esternalizzazione passando dalla quotazione e fornitura rapida di prototipi, il funzionamento di ISPlatform è semplicissimo. Inserita una RFQ il nostro algoritmo è in grado di matchare il bisogno del committente con le capacità produttive dei fornitori italiani presenti sulla piattaforma: in meno di 7 giorni seleziona le migliori quotazioni del mercato italiano». E dopo solo un anno di test in Italia e in Francia, sono già 200 le piccole e microimprese italiane entrate in contatto con committenti internazionali: «Sono tutte piccole realtà la cui visibilità non andrebbe oltre il territorio regionale».

Il ruolo della tecnologia
In un Paese come l’Italia che ha alle spalle una tradizione industriale importante ed è - di fatto - costituita da imprenditori manifatturieri e artigiani, l’uso delle tecnologie potrebbe permettere alle microimprese di farsi conoscere ed essere più competitive. Intermed Solutions connette le piccole e microimprese italiane per arginare lo spegnimento imprenditoriale e la perdita di saperi tecnici in atto nel nostro paese». E le idee non si fermano qui: i 3 startupper sono ben decisi a rivoluzionare il mondo del digital manufacturing. Intanto tengono d'occhio call e competition per crescere più velocemente ed entrare in nuovi mercati, in primis Germania e Regno Unito.