5 dicembre 2023
Aggiornato 08:30
pesano meno di 300 grammi

E' boom di micro-droni, ma in Italia il futuro incerto

A fronte delle normative restrittive boom di micro-droni. Possono volare praticamente ovunque e i piloti non hanno bisogno n di corsi n di visite mediche a cui sottoporsi obbligatoriamente

E' boom di micro-droni
E' boom di micro-droni Foto: Shutterstock

ROMA - Sono davvero piccoli, pesano meno di 300 grammi e si apprestano a rivoluzionare completamente l’approccio di fronte a questo grande mercato, quello dei droni. Sono chiamati, per le loro dimensioni ridotte, micro-droni e vengono utilizzati principalmente per le riprese aeree, il giornalismo e le ispezioni degli edifici. Se all’inizio il mercato poteva dirsi solo per gli appassionati, ora gli ambiti di applicazione di questi oggetti volanti si sono estesi notevolmente, con tutti i dubbi e le problematiche che ne derivano.

I micro-droni
La lente d’ingrandimento è puntata, in questo momento, proprio sui micro-droni. Costano poco, sono affidabili e soprattutto non devono rispondere alle restrittive normative che regolano il mondo del volo aereo e neppure i piloti debbono avere particolari attestati né superare visite mediche per poterli pilotare. Tutte queste caratteristiche stanno portando a un vero e proprio boom dei micro-droni, un’espansione tale da far parlare già di rivoluzione del settore. A differenza dei droni più grandi, queste 'mosche' robotiche possono volare legalmente quasi ovunque, anche in città e in presenza di persone, ad esclusione di manifestazioni o eventi. Al momento sono quasi 100 gli operatori riconosciuti dall'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile (Enac) che usano i micro-droni per trasmissioni televisive, drone journalism, filmati promozionali 'lowcost', ispezioni di strutture e di edifici anche in città. Di fatto, l’unico ostacolo che potrebbe frenare l’avanzata dei micro-droni è la presenza di manifestazioni o eventi. In questi casi, infatti, le zone al di sopra dei luoghi interessati sono interdette al volo di qualsiasi oggetto.

Un mercato in crescita
Se da una parte, in Italia, il futuro dei droni resta incerto a causa della regolamentazione troppo restrittiva, dall’altra, nel mondo, il mercato è in costante crescita. Secondo l’ultimo report diffuso dal noto network internazionale PWC, il settore varrebbe 127 miliardi di dollari. Stiamo parlando dei droni applicati ai servizi dove, soprattutto nei settori come le infrastrutture, questi robot tecnologici si dimostrano efficientissimi strumenti di ispezione. Interessante anche l’ambito di applicazione all’agricoltura, dove giocano un ruolo importante soprattutto nel monitoraggio delle colture.