21 settembre 2020
Aggiornato 02:00
sviluppo sostenibile

Hyperion, il villaggio super tecnologico e a impatto zero

Comfort e sviluppo sostenibile in un villaggio completamente a impatto zero con coltivazioni proprie senza pesticidi e un concentrato di nuovissime tecnologie

NEW DELHI - A vederne il rendering sembra un po' un villaggio in stile "Alice nel paese delle meraviglie" con strutture circolari, a cono e piene di fiori. Solo che qui la tecnologia è quella di ultima generazione e totalmente a impatto zero. E' il nuovo villaggio ecologico e green che potrebbe nascere in India dalla collaborazione di architetti e agronomi specializzati nella costruzione di edifici a impatto zero.

Villaggio a impatto zero
Chiamato Hyperion e progettato da architetti francesi e agronomi indiani, semmai venisse costruito, sarebbe il villaggio più tecnologico e green del mondo, a pochi chilometri dalla capitale New Delhi, a Jaypee City. Il complesso è una via di mezzo tra un quartiere residenziale e una moderna fattoria: è composto da 6 torri di 36 piani ciascuna immerse in spazi verdi e coltivabili in grado di produrre fino a 20 kg di frutta e verdura per metro quadrato. Tutta bio e, ovviamente, a chilometro zero per i residenti. La struttura portante di Hyperion è realizzata interamente in legno locale: ognuna delle sei torri dispone di ampi terrazzi per le colture irdoponiche e una grande serra coperta sul tetto. L'obiettivo di architetti e agronomi che hanno pensato il villaggio è quello di dimostrare che l'edilizia può essere decisamente meno impattante rispetto a quella che conosciamo noi oggi ed è possibile costruire degli edifici del tutto ecologici e nel rispetto dell'ambiente che li circonda.

Villaggio eco e di lusso
Soprattutto gli ideatori di Hyperion hanno voluto dimostrare che ecosostenibile non significa necessariamente privo di comfort. Il villaggio è, infatti, munito di piscine e corsi d'acqua per garantire agli abitanti e turisti dei veri e unici momenti di relax. L'aria sarà completamente genuina in quanto le coltivazioni che troveranno posto all'interno del villaggio eco non prevedono l'utilizzo di fertilizzanti chimici, pesticidi o funghicidi. All'interno della struttura verrà inoltre favorita la proliferazione di insetti in grado di contrastare eventuali parassiti o infestanti.