13 dicembre 2019
Aggiornato 11:31
Il ricordo

Un doodle ricorda l'autrice di «Anna dai capelli rossi»

Lucy Maud Montgomery, nata il 30 novembre di 141 anni fa. La scrittrice canadese, autrice di numerosi libri per l'infanzia, pubblicò il suo testo più conosciuto nel 1908.

NEW YORK - Google ricorda con un doodle l'autrice di «Anna dai capelli rossi», Lucy Maud Montgomery, nata il 30 novembre di 141 anni fa. La scrittrice canadese, autrice di numerosi libri per l'infanzia, ambientati spesso nell'Isola del Principe Edoardo, presso la costa meridionale del golfo di San Lorenzo, pubblicò il suo testo più conosciuto nel 1908.
Montgomery trovò l'ispirazione per il romanzo in un biglietto che aveva scritto anni prima in cui descriveva la storia di una coppia a cui era stata erroneamente affidata una ragazzina orfana, anziché un maschio, ma che aveva deciso di tenerla ugualmente. Nel doodle animato è raffigurata proprio Anna, la bambina protagonista del romanzo per cui tutto è meraviglia nonostante le brutture del mondo.

Adattamenti
Nel corso degli anni sono stati prodotti numerosi adattamenti del romanzo della Montgomery. Vanno ricordati i due film cinematografici: Fata di bambole del 1919, film muto diretto da William Desmond Taylor e con protagonista Mary Miles Minter nel ruolo di Anne. Questa pellicola è considerata perduta, in quanto si ritiene che non ne esista più alcuna copia. La figlia di nessuno (Anne of Green Gables) invece è un film del 1934, diretto da George Nichols Jr., e con protagonista Dawn O'Day. Dopo questo film, la O'Day cambiò definitivamente il proprio nome d'arte in Anne Shirley.
Dagli anni cinquanta ad oggi sono stati svariati anche gli adattamenti teatrali e televisivi della storia di Anne Shirley, tra i quali acquisì molta popolarità a cavallo fra gli anni settanta e ottanta del secolo scorso l'anime Anna dai capelli rossi diretto da Isao Takahata. Gli adattamenti più recenti sono la miniserie televisiva Anna dai capelli rossi del 1985 e la serie a cartoni animati Anne of Green Gables: The Animated Series del 2000 entrambe prodotte dalla canadese Sullivan Entertainment.