30 novembre 2020
Aggiornato 00:00
Referendum Catalogna

Referendum Catalogna, il discorso alla nazione di Re Felipe che mette a tacere gli indipendentisti

Due giorni dopo il referendum indipendentista illegale in Catalogna, Re Felipe VI si è rivolto agli spagnoli con un messaggio alla nazione

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/10/20171004_video_09565252.mp4

MADRID - Due giorni dopo il referendum indipendentista illegale in Catalogna, Re Felipe VI si è rivolto agli spagnoli con un messaggio in cui ha accusato il governo catalano di porsi al margine del diritto e della democrazia e di voler "rompere la unità della Spagna». "E' responsabilità dei legittimi poteri dello Stato assicurare l'ordine costituzionale e il normale funzionamento delle istituzioni, lo stato di diritto, e l'autogoverno della Catalogna, basato sulla Costituzione e nel suo statuto dell'autonomia». "Con queste decisioni avete hanno violato sistematicamente le leggi approvate legalmente e legittimamente, dimostrando una slealtà inammissibile verso i poteri dello Stato». "So bene che in Catalogna c'è molta preoccupazione e grande inquietudine rispetto alla condotta delle autorita autonomiche. A chi si sente così dico che non siete soli e non lo sarete mai. Avete la solidarietà e l'appoggio di tutti gli spagnoli".