29 giugno 2017
Aggiornato 16:01
Avviata un'inchiesta preliminare anche su Macron

Francia, Fillon si difende: sono innocente, la giustizia lo dimostrerà

A poco più di un mese dal voto, la campagna elettorale francese viene sconvolta dai casi giudiziari che vedono protagonisti i candidati complicando la situazione per la corsa all'Eliseo

PARIGI - A poco più di un mese dal voto, la campagna elettorale francese viene sconvolta dai casi giudiziari che vedono protagonisti i candidati complicando la situazione per la corsa all'Eliseo. François Fillon, il candidato della destra francese alle presidenziali di aprile e maggio è indagato per appropriazione indebita di fondi pubblici e altri capi d'accusa, ma lui ha ribadito di essere «innocente» rispetto alle accuse di avere assicurato impieghi fittizi alla moglie Penelope e ai figli.

Strumentalizzazione
Evocando di nuovo una «strumentalizzazione» della giustizia, Fillon si è detto «convinto che la magistratura, anche se ci vorrà tempo, stabilirà questa innocenza». Intanto la procura di Parigi ha aperto un'inchiesta preliminare per «favoritismo» relativa a un viaggio a Las Vegas, nel gennaio 2016, di Emmanuel Macron, allora ministro dell'Economia, oggi candidato centrista all'Eliseo. L'inchiesta deve verificare se nell'organizzazione della missione sia stato favorito il colosso Havas senza gara pubblica.