21 ottobre 2019
Aggiornato 22:30
Evitata la pena più dura prevedeva 15 anni

Pistorius ha ucciso Reeva: condannato a 6 anni di carcere per l'omicidio della fidanzata

Pistorius, 29 anni, ha ucciso la fidanzata il 14 febbraio del 2013 e ha sempre sostenuto di avere sparato per errore, credendola un intruso

Roma, 6 lug. - Oscar Pistorius è stato condannato a sei anni di carcere per l'omicidio nel 2013 di Reeva Steenkamp, all'epoca sua fidanzata. La giudice Thokozile Masipa: "La sentenza che impongo all'imputato per l'omicidio, dolus eventualis, della defunta Reeva Steenkamp è di sei anni di prigione». L'ex campione paralimpico sudafricano ha evitato così la pena più dura, che prevedeva 15 anni di carcere. Pistorius, 29 anni, ha ucciso la fidanzata il 14 febbraio del 2013 e ha sempre sostenuto di avere sparato per errore, credendola un intruso. Per le ultime battute del processo, che tiene incollati i media di tutto il mondo da tre anni, l'atleta si è presentato in aula senza protesi mostrando i moncherini. Anche la notte che ha ucciso Reeva sarebbe stato senza protesi.