25 settembre 2020
Aggiornato 17:30
La conferma della polizia

Bruxelles, blitz a Schaerbekk: un arresto, ma non è Abrini

Inizialmente i media avevano diffuso la notizia che l'arrestato fosse Mohamed Abrini, ovvero il presunto "autista" delle stragi di Parigi

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2016/03/20160325_video_17581970.mp4

BRUXELLES - Operazione della polizia belga nel quartiere di Schaerbeek: un uomo, ferito a una gamba e neutralizzato, è stato arrestato nella periferia di Bruxelles. Inizialmente i media avevano diffuso la notizia che l'arrestato fosse Mohamed Abrini, ovvero il presunto "autista" delle stragi di Parigi. Ma la procura ha poi smentito. Durante il blitz della polizia belga, è stato salvato un bambino, apparentemente a poca distanza dall'uomo colpito, tratto in salvo dalle forze di polizia che, con fucili spianati, hanno fatto scudo.

Uno zainetto in mano forse imbottito di esplosivo
La persona neutralizzata stringeva in mano uno zaino, probabilmente imbottito di esplosivi. Un vicino l'ha visto barcollare e sollevare la maglietta perché la polizia accertasse che non ci fossero esplosivi. Gli è stata applicata una benda agli occhi, poi è stato caricato dagli addetti all'ambulanza.

Una donna e un bambino presi in ostaggio
L'uomo aveva preso due ostaggi: una donna e un bambino. "Ho avvertito due esplosioni, stavano sparando. Ho aperto la finestra e ho visto un uomo sdraiato vicino alla fermata del tram" ha raccontato un testimone. "La polizia gli ha ordinato di mostrare le mani, di togliersi la giacca. Gli agenti hanno detto che se non avesse obbedito, avrebbero usato le loro armi contro di lui. E' stato poi caricato dagli agenti con una gamba sanguinante. E' stato in quel momento che ho capito quello che stava accadendo".