14 novembre 2018
Aggiornato 05:30

Indonesia, si schianta un Boeing della Lion Air con 189 persone a bordo: anche un italiano tra le vittime

Un aereo della Lion Air con 189 persone a bordo è precipitato in mare, pochi istanti dopo aver richiesto di poter tornare a Giacarta
I resti dell'aereo della Lion Air che si è schiantato un Indonesia
I resti dell'aereo della Lion Air che si è schiantato un Indonesia (Bagus Indahono | EPA)

GIAKARTA - Tragedia aerea in Indonesia: un aereo della Lion Air con 189 persone a bordo è precipitato in mare, pochi istanti dopo aver richiesto di poter tornare a Giacarta, la capitale indonesiana. Il Boeing-737 MAX, un aereo nuovo di zecca entrato in servizio solo pochi mesi fa, è svanito dal radar 13 minuti dopo il suo decollo ed è precipitato nel mare di Giava. Le immagini video sulla scena dell’incidente mostrano una striscia di carburante sulla superficie dell’acqua. L’agenzia di protezione civile, attraverso il suo portavoce Sutopo Purwo Nugroho, ha twittato immagini di frammenti, tra i quali quello che sembra essere uno scivolo di emergenza e varie parti di un telefono cellulare. Le autorità stanno ancora cercando i resti dell’aereo, che ha perso contatto con il controllo del traffico attorno alle 6.30 di stamani (00.30 in Italia).

Anche un italiano a bordo
Fonti della Farnesina hanno confermato la presenza del nominativo di un passeggero di nazionalità italiana nelle liste d’imbarco del volo. L’Unità di Crisi del ministero segue la vicenda in raccordo con l’ambasciata d’Italia a Jakarta ed è in contatto con i familiari del connazionale in Italia. Si tratterebbe di Andrea Manfredi, 26enne di Massa con un passato da ciclista. Nel 2013 aveva gareggiato con la Ceramica Flaminia e poi, per i due anni successivi, aveva corso tra i professionisti con la Bardiani CSF, prima di creare l’azienda Sportek. Sul profilo Instagram, da cui si vede che si trovava proprio a Giakarta, gli amici stanno scrivendo a raffica messaggi di cordoglio.

189 passeggeri a bordo
Era partito dalla capitale indonesiana per Pangkal Pinang, un punto di arrivo per la nota meta turistica dell’isola di Belitung. «L’aereo è precipitato nell’acqua, che ha una profondità tra 30 e 40 metri», ha spiegato il portavoce dell’Agenzia di ricerca e salvataggio Yusuf Latif. Le immagini filmate all’aeroporto di Pangkal Pinang mostrano le famiglie dei passeggeri disperate, che si abbracciano e parlano freneticamente ai cellulari. La Commissione nazionale indonesiana per la sicurezza dei trasporti (NTSC) ha detto che c’erano a bordo 178 passeggeri adulti, un bambino, due neonati, due piloti e sei membri dell’equipaggio. Il ministero delle Finanze ha rivelato che una ventina di suoi dipendenti erano a bordo del velivolo. Non è chiaro se sull’aereo vi fossero anche degli stranieri.

Aereo nuovo e piloti con esperienza
L’aereo era entrato in servizio solo nel mese di agosto. Pilota e copilota erano esperti, avevano oltre 11mila ore di volo alle spalle. «Lion Air è molto dispiaciuta di questo incidente e lavorerà con tutte le agenzie competenti e tutte le parti interessate», ha detto il portavoce Danand Mandala Prihantoro. Il costruttore statunitense del velivolo Boeing s’è detto «profondamente rattristato» alla notizia dell’incidente, oltre a garantire «l’assistenza tecnica per l’inchiesta sull’incidente».