28 marzo 2020
Aggiornato 17:30
Si contano 7 morti al Parlamento, circa 4 persone in ostaggio

Iran, doppio attacco a Teheran: colpiti Parlamento e mausoleo di Khomeini

Teheran sotto attacco: due distinte azioni di evidente matrice terroristica sono state sferrate presso il Parlamento iraniano e il mausoleo dell'Imam Khomeini

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/06/20170607_video_10172195.mp4

TEHERAN - L'Iran sotto attacco: due distinte azioni di matrice terroristica sono state sferrate presso il Parlamento iraniano e il mausoleo dell'Imam Khomeini. Sarebbero 7 i morti nell'attacco al Parlamento, secondo l'agenzia Tasnim News, altre tre o quattro persone sarebbero state prese in ostaggio. Nelle immagini - raccolte dai media iraniani - si possono sentire gli spari. L'agenzia Shama News pubblica invece la foto della kamikaze che si è fatta esplodere nell'altra azione terroristica alla tomba del padre della Rivoluzione islamica iraniana. La tv iraniana Alo Alham riferisce dell'arresto di un aggressore nel Parlamento, un altro era stato catturato al mausoleo.

Vittime
Le vittime nell'attacco al Parlamento di Teheran sono almeno sette. Secondo la tv iraniana Alo Alham, è stato arrestato un aggressore nel Parlamento, mentre un altro era stato catturato presso la tomba del padre della Rivoluzione. Secondo quanto riferiscono i media, quattro persone sarebbero ancora in ostaggio dentro alla sede del Parlamento. Il kamikaze del Parlamento sarebbe un uomo, mentre una donna si è fatta saltare in aria al mausoleo di Khomeini, nel Sud della Teheran. Sarebbero dunque due gli attentatori suicidi entrati in azione.

Attentatori
Gli attentatori che hanno attaccato il Mausoleo di Khomeini a Teheran hanno sparato sulla folla all'interno del monumento ferendo diverse persone e uccidendone una: lo ha riferito Press tv. Oltre all'attentatore suicida, un altro assalitore è rimasto ucciso in uno scontro a fuoco, un secondo si sarebbe suicidato ingerendo una capsula di cianuro, e un terzo, una donna, sarebbe stata catturata.

Rivendicazione dell'Isis
Secondo la tv araba Al Arabiya, ci sarebbe l'Isis dietro gli attacchi. Lo Stato islamico ha infatti rivendicato il duplice attacco a Teheran. L'emittente con quartiere generale negli Emirati Arabi ha dato la notizia in lingua farsi, citando fonti libiche, cosa che viene accolta con una pioggia di critiche e accuse di «propaganda» dai social network iraniani.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal