23 giugno 2017
Aggiornato 14:00
'Peggioramento soprattutto per le questioni militari'

Usa-Russia, Putin: con Trump ho meno fiducia negli Usa di prima

Chi prospettava un forte avvicinamento tra Usa e Russia sotto la presidenza Trump dovrà a questo punto ricredersi. Almeno a giudicare dalle ultime dichiarazioni di Vladimir Putin

Il presidente russo Vladimir Putin.
Il presidente russo Vladimir Putin. (PA/SERGEI KARPUKHIN / POOL)

MOSCA - Il livello di fiducia negli Usa da parte russa con la presidenza Trump «non è migliorato, anzi, piuttosto è peggiorato», ha dichiarato Vladimir Putin in un'intervista al canale tv Mir nel giorno in cui a Mosca si trova il segretario di Stato americano Rex Tillerson. «Possiamo dire che il livello di fiducia sul piano operativo, soprattutto per le questioni militari, non è migliorato, anzi, piuttosto è peggiorato», ha detto Putin.

Richiesta di prendere le distanze da Assad? Miope
La richiesta alla Russia di prendere le distanze dal presidente siriano Bashar Al Assad è «miope», ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, commentando l'esortazione lanciata ieri da Lucca dal segretario di Stato Rex Tillerson, che oggi è a Mosca.

Campo libero ai terroristi
Il portavoce di Vladimir Putin ha spiegato che tale richiesta «è piuttosto assurda» se si considera che Assad resta ad oggi il presidente siriano eletto, quindi «legittimo dal punto di vista del diritto internazionale e l'esercito che dirige partecipa alla lotta contro i terroristi internazionali che al momento occupano buona parte del territorio siriano». Insomma, è il ragionamento russo, chiedere di prendere le distanze da Assad implica chiedere di «lasciare campo libero ai terroristi».