25 febbraio 2020
Aggiornato 02:00
Per le foto delle atrocità commesse dall'Isis pubblicate su Twitter

Marine Le Pen e l'immunità revocata per quell'assurda foto dell'Isis

Brutto colpo dal Parlamento Ue a Marine Le Pen, a cui è stata revocata l'immunità per aver pubblicato su Twitter foto dell'atrocità commesse dall'Isis

La leader del Front National Marine Le Pen.
La leader del Front National Marine Le Pen. Shutterstock

BRUXELLES - Il Parlamento Europeo ha votato la revoca dell'immunità a Marine Le Pen, leader del Front National e candidata alle presidenziali francesi, per aver pubblicato su Twitter immagini di atrocità di cui si è macchiato lo Stato Islamico.

Voto a larga maggioranza
I parlamentari hanno votato a «larga maggioranza» di privare la candidata dell'estrema destra dell'immunità in questa vicenda, lanciata dai magistrati francesi nel 2015. Lo ha affermato il presidente del parlamento facente funzioni Dimitrios Papadimoulis.

La denuncia della parlamentare 5stelle
La finalità dei tweet era quella di mostrare il vero volto di Daesh, e le atrocità di cui si macchiano. Il risultato è stata un’inchiesta contro la leader del Front National da parte del tribunale di Nanterre. A istruire la richiesta, chiedendo che fosse tolta l’immunità, è stata la deputata del M5s Laura Ferrara. «Anche se le immagini postate dalla signora Le Pen sono accessibili da chiunque via Google sono state poi ampiamente ripostate dalla loro apparizione sul suo account  twitter, è oltre ogni incertezza che la loro natura violenta abbassa la dignità umana», ha scritto la relatrice nlla sua presentazione.

Fino a tre anni di reclusione
L'immunità permetteva alla Le Pen di essere protetta dal procedimento giudiziario. Con la decisione di oggi il Parlamento consente azioni legali contro di lei. Il reato contestato alla leader del Front National può portare fino a tre anni di reclusione e a multe fino a 75mila euro.

(fonte AFP)