31 marzo 2020
Aggiornato 04:30
Ma partito democratico ancora non ufficializza

Clinton rivendica la vittoria ma Sanders conta i voti

La campagna di Hillary Clinton ha dichiarato vittoria nei caucus democratici dello stato dell'Iowa contro Bernie Sanders, ma i risultati definitivi non sono ancora stati annunciati, mentre un pugno di preferenze divide i due candidati alla nomination democratica per la Casa Bianca.

DES MOINES - La campagna di Hillary Clinton ha dichiarato vittoria nei caucus democratici dello stato dell'Iowa contro Bernie Sanders, ma i risultati definitivi non sono ancora stati annunciati, mentre un pugno di preferenze divide i due candidati alla nomination democratica per la Casa Bianca.

La vittoria (modesta) di Hillary
«Hillary Clinton ha vinto i caucus dell'Iowa. Dopo una raccolta e un'analisi completa dei risultati, non ci sono incertezze e il segretario Clinton ha vinto chiaramente il maggior numero di delegati nazionali e dello stato» ha detto Matt Paul, il direttore per l'Iowa della campagna Hillary for America. «Statisticamente non ci sono informazioni mancanti che potrebbero modificare i risultati e non c'è possibilità che il senatore Sanders possa colmare il vantaggio di Clinton».

Nessun risultato ufficiale
Il partito democratico dell'Iowa però non ha ancora dichiarato ufficialmente il risultato e indica un lieve vantaggio di Clinton su Sanders, rilevando che mancano ancora i dati di un distretto. Il presidente del partito Andy McGuire ha detto che Clinton ha 699,57 equivalenti di delegati statali, mentre Sanders ne ha 695,49. Ma «mancano ancora i risultati di un distretto (Des Moines-42) che vale 2,28 delegati. Li diffonderemo quando li avremo verificati con il presidente» ha aggiunto. «I risultati di stasera sono i più incerti nella storia dei caucus democratici dell'Iowa» ha detto McGuire.

Sanders chiede il conteggio
Bernie Sanders ha chiesto il conteggio voto per voto, dopo il risultato praticamente alla pari con Hillary Clinton nei caucus dell'Iowa, che hanno aperto la corsa alla nomination democratica (e a quella repubblicana) per le elezioni presidenziali. Visto che, con il 99,94% dei voti, Clinton ha un vantaggio di 0,4 punti percentuali su Sanders, il senatore del Vermont ha chiesto un conteggio che non lasci dubbi, parlando con i giornalisti durante il suo viaggio per il New Hampshire, dove il 9 febbraio sono in programma le primarie.

(Con fonte Askanews)

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal