4 giugno 2020
Aggiornato 07:30
Fonti ad askanews: parleranno di come arginare crisi umanitaria

Putin dal Papa a New York: si parlerà di profughi e Siria

Ci sarà la Siria, e l'emergenza profughi in senso più ampio, al centro del faccia a faccia che Papa Francesco avrà con Vladimir Putin a margine dell'assemblea generale dell'Onu

ROMA - Ci sarà la Siria, e l'emergenza profughi in senso più ampio, al centro del faccia a faccia che Papa Francesco avrà con Vladimir Putin a margine dell'assemblea generale dell'Onu. Lo riferiscono ad askanews fonti diplomatiche che stanno seguendo il dossier. Il Pontefice interverrà il 25 settembre, mentre il presidente russo deve tenere il suo discorso il 28 settembre, lo stesso giorno in cui è previsto l'intervento anche il presidente Usa Barack Obama. Tra queste due date ci sarà il colloquio tra i due, l'unico incontro privato con un capo di Stato previsto nell'agenda di Papa Bergoglio.

Confronto di idee
«Putin avrà modo di ascoltare le idee del Papa sulla crisi siriana, in particolare quello che la Santa Sede propone per cercare di arginare l'emergenza umanitaria", hanno affermato le fonti. Sottolineando che "sulla Siria il dialogo tra Vaticano e Mosca va avanti da tempo». (fonte anskanews)

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal