23 luglio 2024
Aggiornato 05:30
I profughi in marcia verso l'Europa centrale

Migranti, premono in migliaia al confine greco-macedone

E' alta tensione al confine tra Grecia e Macedonia, oggi, con la polizia che fatica a tenere sotto controllo la folla di migliaia di persone in fuga ammassati alla frontiera

ATENE (askanews) - E' alta tensione al confine tra Grecia e Macedonia, oggi, con la polizia che fatica a tenere sotto controllo la folla di migliaia di persone in fuga ammassati alla frontiera.

Confini nel caos
Oltre 2mila persone sono entrate in Macedonia oggi, mentre almeno 8mila attendevano sul lato greco del confine in attesa di entrare nella repubblica ex jugoslava. «Con una folla così ampia, qualcuno tenta sempre di spingere e questo provoca tensioni che la polizia deve contenere. Ma finora non abbiamo avuto incidenti seri»; ha detto un funzionario dell ministero dell'Interno macedone, protetto dall'anonimato. Almeno due o tre migranti sono stati colpiti da manganellate, secondo quanto ha rilevato un fotografo dell'agenzia di stampa France presse. Sull'altro lato del confine, i migranti cercano di attraversare il confine con la Serbia per poi procedere verso l'Ungheria. Da domenica al centro di raccolta e registrazione di Gevgelija, sul versante macedone del confine con la Grecia, sono stati registrati 5mila migranti. Le autorità hanno emesso dal 19 giugno 64.522 permesso di transito nel paese. (Fonte Afp)