5 aprile 2020
Aggiornato 02:00
Emergenza clandestini

Immigrazione, L'Austria rafforza i controlli alle frontiere e scopre 400 migranti nascosti su un treno

Dopo l'intensificarsi dei controlli la polizia austriaca ha individuato 12 migrani nascosti in un furgone e altri 400 su un treno diretto a Monaco

VIENNA (askanews) - Centinaia di migranti che erano da giorni bloccati in campi di fortuna allestiti nei pressi delle stazioni ferroviarie di Budapest sono stati lasciati partire a bordo di treni internazionali diretti in Austria e in Germania. Secondo dei corrispondenti dell'Afp non vi erano presenti forze di sicurezza quando i migranti, la maggior parte originari della Siria, si sono lanciati sui convogli commerciali diretti a Vienna, Monaco e Berlino. L'Austria ha quindi annunciato di aver rafforzato i controlli alle stazioni e lungo le autostrade nei pressi della frontiera con l'Ungheria, dove la scorsa settimana era stato scoperto un camion con 71 cadaveri di migranti a bordo.

L'Austria ha intensificato i controlli
Lanciati ieri sera nello Stato del Burgenland (Est), questi controlli rafforzati vengono effettuati in stretta collaborazione con le autorità ungheresi, slovacche e tedesche. «L'obiettivo principale è di sgominare le bande di trafficanti di migranti. I controlli vengono effettuati dalla polizia e dalle forze di sicurezza, non si tratta di controlli alla frontiera", ha spiegato il portavoce della polizia, Helmut Marban. La polizia ferma tutti i camion e i furgoni con l'obiettivo di mettere le mani su questi trafficanti che cercano di guadagnare soldi sulle spalle della povera gente in fuga da guerre e persecuzioni.

Scoperti 12 migranti in un furgone e centinaia di clandestini nei treni
Poco dopo l'avvio dell'operazione ieri alle 19,30, gli agenti hanno scoperto 12 migranti - nove adulti e tre bambini - all'interno di un furgoncino con una targa francese. Il conducente, le cui generalità non sono state rese note, è stato arrestato. I media ungheresi hanno riportato file di 30 chilometri sull'autostrada A1 che collega Budapest a Vienna a causa di questi controlli. La polizia austriaca ha inoltre bloccato alla frontiera un altro treno diretto a Monaco, in Germania, con centinaia di migranti a bordo poche ore dopo che era partito da Budapest dove le autorità li hanno lasciati salire nonostante in molti non avessero i visti necessari per viaggiare nell'Unione europea. «Ci sono circa fra i 300 e i 400 migranti a bordo. Sono stati fatti scendere dal treno. Poi saranno messi su un treno regionale per Vienna», ha riferito un portavoce della polizia, Roman Haslinger.

 

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal