10 luglio 2020
Aggiornato 15:00
Forti tensioni

Siria: Assad promette di punire suo cugino, responsabile di omicidio

Bashar al Assad ha promesso di punire un cugino che ha assassinato un ufficiale a Lattachia, nell'Est della Siria, per un diverbio legato a questioni di traffico

DAMASCO (askanews) - Bashar al Assad ha promesso di punire un cugino che ha assassinato un ufficiale a Lattachia, nell'Est della Siria, per un diverbio legato a questioni di traffico. Lo ha indicato la moglie della vittima al quotidiano al Watan, vicino al regime.

Punirà il colpevole
La moglie del colonnello Hassan al Sheikh, ucciso giovedì da un cugino di Assad, Suleiman al Assad, ha dichiarato al giornale di aver «ricevuto la promessa dal presidente di punire il responsabile, chiunque sia». Secondo la donna, questa promessa è stata annunciata dalle «delegazioni ufficiali che si sono recate a Lattachia per esprimere la solidarietà» alla famiglia della vittima, «Ho fiducia nella parola del presidente, che si occupa personalmente» del caso.

Tensione alle stelle
Dopo l'omicidio, regna una viva tensione tra gli alawiti, una comunità espressione del movimento sciita cui appartengono l'omicida, la sua vittima e il presidente Assad. Manifestazioni hanno inoltre avuto luogo nei villaggi alawiti, alcuni dei quali hanno apertamente chiesto la condanna a morte per il parente di Assad, che secondo l'Osservatorio siriano dei diritti umani (Osdh) non è stato nemmeno arrestato.