27 febbraio 2024
Aggiornato 21:00
Rinvenuta anche una valigia

Giallo MH370, i rottami saranno studiati in Francia

I rottami di un aereo scoperti su uan spiaggia dell'isola della Reunion, nell'Oceano Indiano, saranno trasferiti in Francia per essere analizzati da investigatori specializzati, con la speranza di risolvere il mistero del volo MH370

SAINT-ANDRE' (askanews) - I rottami di un aereo scoperti su uan spiaggia dell'isola della Reunion, nell'Oceano Indiano, saranno trasferiti in Francia per essere analizzati da investigatori specializzati, con la speranza di risolvere il mistero del volo MH370, il Boeing 777 della Malaysia Airlines partito da Kuala Lumpur alla volta di Pechino l'8 marzo del 2014 e scomparso nel nulla con 239 persone a bordo.

Boeing 777
«Le prime informazioni indicano che i detriti appartengono molto probabilmente a un Boeing 777, ma abbiamo bisogno di verificare se si tratta del volo MH370», ha detto il premier malese Najib Razak. Una volta trasferiti in Francia, i rottami saranno esaminati nei locali della BEA, il dipartimento di inchiesta dell'aviazione civile francese, situati a Tolosa.

Nessuna ipotesi è esclusa
«Nessuna ipotesi è esclusa, compresa quella che si tratti di un Boeing 777», hanno affermato le autorità francesi, precisando che ora spetterà ora alla Bea, a cui è stato affidato il compito di «coordinare l'inchiesta francese con quella internazionale, condotta in particolare a esperti malesi e australiani», cercare di fare luce sul pezzo di alettone, lungo due metri, trovato ieri a Saint-André Reunion, sulla costa orientale dell'isola, e sul pezzo di valigia marrone rinvenuto oggi nello stesso luogo.

Coerente con le informazioni dei satelliti
Per l'Australia, incaricata di coordinare le ricerche in corso da mesi nell'Oceano Indiano, si tratta di «uno sviluppo molto importante». «La Reunion è molto distante dalla regione dove si sono concentrate le ricerche - ha ammesso il ministro australiano dei Trasporti e delle Infrastrutture, Warren Truss - ma è coerente con le informazioni ottenute dai satelliti». Per l'esperto di oceanografia francese Joel Sudre «ci sono forti possibilità che i rottami trovati a La Reunion siano propri quelli del Boeing 777 della Malaysia Airlines».