17 luglio 2019
Aggiornato 08:30
Dopo l'abbandono di Ed Miliband

Jeremy Corbyn verso la leadership dei Labour?

Secondo ultimo sondaggio, l'esponente della sinistra Jeremy Corbyn avrebbe il 42% dei consensi, avviandosi verso la leadership dei Labour

LONDRA (askanews) - Jeremy Corbyn, esponente della sinistra del partito laburista, avrebbe un incredibile vantaggio di venti punti sui suoi rivali nella corsa alla leadership del partito britannico, orfano di un leader dopo l'abbandono di Ed Miliband a seguito della batosta elettorale di maggio.

42% dei voti
Secondo il tabloid Daily Mirror, che avrebbe visto un sondaggio riservato sulla contesa, Corbyn ha il 42% dei voti contro il 22,6% di Yvette Cooper, il 20% di Andy Burnham e il 14% di Liz Kendall. Tenuto conto delle seconde scelte, il vantaggio di Corbyn, 66 anni, deputato di Islington, un quartiere del nord di Londra, si riduce: il veterano della sinistra è al 51% contro il 49% della Cooper, che ha definito la campagna di Corbyn «sorprendentemente retro».

Tentativi di fermarlo
Alcuni deputati laburisti - scrive il Mirror - starebbero chiedendo ai sostenitori di Burnham e Kendall di votare per Cooper o di fare in modo cha abbia almeno la loro seconda preferenza per fermare la corsa di Corbyn. Le schede per le primarie labour verranno spedite il 14 agosto e i risultati annunciati il 12 settembre. Possono partecipare al voto tutti coloro che si sono registrati versando un contributo di tre sterline per il partito. Il segretario ad interim Harriet Harman ha negato infiltrazioni dell'estrema sinistra e dei Tories tra i votanti alle primarie, parlando di una «rigorosa due diligence» da parte dei quadri del partito per eliminare le infiltrazioni. Molti temono che gruppi di estrema sinistra si iscrivano in massa al voto per sostenere Corbyn, così come i simpatizzanti conservatori, convinti che una vittoria di Corbyn preluderà al disastro per il labour.

Dubbi sulle cifre
Una portavoce della campagna di Andy Burnham ha detto che le cifre del Mirror non corrispondono a quelle delle sue consultazioni. Un sondaggio ORB per l'Independent ha rilevato che il 76% dei britannici ritiene che oggi il partito laburista sia meno «votabile» rispetto a maggio, mentre il 24% lo ritiene più «votabile».