21 giugno 2021
Aggiornato 21:00
A 36 ore dal cessate il fuoco

Yemen, nemmeno la tregua ferma i combattimenti

La coalizione guidata dall'Arabia saudita ha lanciato oggi nuovi raid contro i ribelli, nonostante la tregua. Inoltre, i ribelli hanno annunciato di aver abbattuto un aereo della coalizione araba, poche ore dopo che il Marocco ha riferito di un proprio velivolo disperso.

SAN'A (askanews) - La coalizione guidata dall'Arabia saudita ha lanciato oggi nuovi raid aerei contro i ribelli sciiti Houthi nello Yemen, a 36 ore dalla tregua proposta da Riad per consentire la distribuzione di aiuti umanitari alla popolazione. Per la terza notte consecutiva, i raid hanno colpito la regione di Saada, roccaforte degli Houthi nel Nord del Paese.

70.000 civili fuggiti in tre giorni
Secondo le agenzie umanitarie, circa 70.000 civili sono fuggiti in tre giorni dalla provincia di Saada per evitare le bombe della coalizione. «Viviamo in una situazione molto difficile», ha confermato un residente, che non si è ancora allontanato dall'area. «Vogliamo lasciare Saada ma non riusciamo a farlo perché non abbiamo denaro e carburante», ha aggiunto.

Il cessate il fuoco umanitario
Riad ha proposto venerdì un cessate il fuoco umanitario per cinque giorni rinnovabili, a condizione che i ribelli si impegnino a rispettarlo. Gli Houthi hanno fatto sapere ieri che sono pronti a «reagire positivamente a tutti gli sforzi, gli appelli e le misure che possono aiutare a mettere fine alle sofferenze» della popolazione yemenita.

Abbattuto aereo della coalizione
I ribelli sciiti Houthi dello Yemen hanno annunciato di aver abbattuto un aereo della coalizione araba comandata dall'Arabia saudita, poche ore dopo che il Marocco ha riferito di un proprio velivolo andato disperso. Stando a quanto reso noto dall'emittente Houthi al-Masirah, «la difesa aerea delle tribù ha abbattuto un aereo sopra Wadi Nushur, a Saada», roccaforte dei miliziani nel nord del Paese. La televisione ha diffuso le immagini dei membri delle tribù riuniti attorno ai detriti del velivolo. 

Caccia inviato dal Marocco disperso
In effetti, un caccia inviato dal Marocco nello Yemen a supporto della coalizione a guida saudita contro i ribelli Houthi sarebbe stato colpito da «fuoco di terra» durante un raid a cui prendeva parte ieri. Al Jazeera riporta il comunicato della Difesa del Marocco. «Uno degli F16 delle Forze armate reali a disposizione della coalizione guidata dall'Arabia saudita per ripristinare la legittimità nello Yemen è andato disperso alle 18 di domenica», cita la nota. Un pilota di un secondo aereo che partecipava alla stessa incursione sullo Yemen non è stato in grado di dire se il collega ai comandi dell'F16 in questione si sia eiettato dal velivolo o meno. Il Marocco ha appoggiato da subito la coalizione voluta da Riad per bloccare la presa del potere nello Yemen da parte dei ribelli sciiti e dei loro alleati, dopo che questi hanno de facto spodestato il presidente Abd Rabbo Mansour a fine marzo.