16 settembre 2019
Aggiornato 00:30
Manda per sbaglio l'e-mail anche a una giornalista

Il sindaco De Blasio protesta per i ritardi della metro new-yorkese

Il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha sfogato la sua frustrazione per i ritardi della metropolitana con il suo staff, come fa ogni cittadino con colleghi e familiari. Peccato che, per errore, abbia inviato l'e-mail anche a un giornalista del New York Times.

NEW YORK (askanews) - Il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha sfogato la sua frustrazione per i ritardi della metropolitana con il suo staff, come fa ogni cittadino con colleghi e familiari. Peccato che, per errore, abbia inviato l'e-mail anche a un giornalista del New York Times. Un'e-mail in cui propone anche la soluzione alla (sua) attesa: avvertire la Mta, l'equivalente di Atac e Atm, quando ha intenzione di prendere la metro, in modo da coordinarsi.

Problemi con la metro
L'intento della e-mail, inviata alle 12:17 di ieri, era già chiaro dall'oggetto: «Due problemi, oggi». Il sindaco ha raccontato il suo tentativo di raggiungere Midtown Manhattan per un discorso, partendo dal municipio, che si trova nel Lower Manhattan. Visto che la metropolitana non arrivava, ha deciso di tornare in superficie, dove si è accorto che la sua scorta non c'era più. «Si sono allontanati quando siamo scesi nella stazione della metro, invece di aspettare la conferma che eravamo a bordo» ha scritto de Blasio a Howard Redmond, responsabile della sua sicurezza. «Abbiamo bisogno - ha scritto il sindaco - di un sistema migliore». De Blasio, che sta cercando di porre rimedio alla sua fama di ritardatario, ha messo in copia al messaggio anche due consiglieri, tra cui il suo capo di gabinetto, oltre al giornalista del Times.

Un'attesa di 20 minuti
De Blasio, sindaco democratico di origini italiane, non è un assiduo passeggero della metropolitana, come del resto i sindaci che lo hanno preceduto. La sua lamentela, però, assomiglia a quella di molti suoi concittadini: «Abbiamo aspettato 20 minuti per un treno express solo per ascoltare l'annuncio di un grosso ritardo» ha scritto. «Era un'informazione conoscibile. Fossimo stati al corrente, avremmo evitato molte scocciature». Così, de Blasio ha presentato ai suoi uomini la possibile soluzione: coordinarsi in futuro con la Metropolitan Transportation Authority, la società responsabile del trasporto pubblico nello Stato di New York, «o almeno con la polizia»: «Facciamo un controllo incrociato delle nostre informazioni con le loro, quando prendo la metropolitana. Questo è un problema risolvibile».

Problemi di trasporto pubblico
Lo sarebbe, forse, anche per tutti gli altri cittadini di New York, che accusano l'amministrazione di De Blasio di garantire poche risorse al sistema di trasporto pubblico, peggiorato negli ultimi anni, come dimostrano i frequenti ritardi e i tempi di attesa per i passeggeri sempre più lunghi. L'amministrazione, ieri, ha reso noto che finanzierà la rete regionale di trasporto pubblico con 125 milioni di dollari all'anno, pari a un aumento del 25% rispetto agli ultimi anni. La Mta, però, vorrebbe un contributo annuale di 300 milioni di dollari, più un miliardo per la costruzione di una linea metropolitana sulla Second Avenue.