17 febbraio 2020
Aggiornato 16:00
In agenda il conflitto yemenita

Premier pachistano in visita in Arabia Saudita

Il premier pachistano Nawaz Sharif è giunto in visita in Arabia saudita: in agenda il conflitto nello Yemen, che vede Riyadh impegnata in prima fila alla guida di una coalizione araba sunnita, a cui Islamabad ha finora respinto le richieste saudite di partecipazione.

RIYHAD (askanews) - Il premier pachistano Nawaz Sharif è giunto in visita in Arabia saudita: in agenda il conflitto nello Yemen, che vede Riyadh impegnata in prima fila alla guida di una coalizione araba sunnita, a cui Islamabad ha finora respinto le richieste saudite di partecipazione.

Pakistan al lavoro per soluzione pacifica del conflitto yemenita
Sharif - accolto dal ministro degli Interni saudita, Mohammed ben Nayef - è alla guida di una delegazione di alto livello che comprende anche il Ministro della Difesa e il Capo di stato maggiore delle forze armate. Il governo saudita aveva richiesto al Pakistan aerei da combattimento e soldati per le proprie operazioni nello Yemen: lo aveva reso noto lo stesso Ministero della difesa di Islamabad, precisando che la diplomazia pachistana era tuttavia al lavoro per una soluzione «pacifica» alla crisi yemenita, linea quest'ultima raccomandata anche dai deputati pachistani che il 10 aprile scorso hanno approvato una risoluzione in tal senso.

Islamabad in difesa della sovranità yemenita 
Islamabad - che cerca di prendere tempo per non scontentare gli alleati sauditi ed iraniani, su posizioni contrapposte nella crisi yemenita - aveva tuttavia ribadito la volontà di difendere la sovranità saudita nel caso questa dovesse essere minacciata; una posizione che è stata peraltro confermata dalla mozione parlamentare, adottata al termine di un dibattito durato cinque giorni.