24 luglio 2019
Aggiornato 06:00
Negli ultimi tre mesi, morti 8 alleati dell'ex presidente

Ucraina, morto ex deputato vicino al deposto presidente Yanukovych

E' stato trovato morto Oleg Kalashnikov, ex deputato ucraino vicino all'ex presidente Viktor Yanukovych. Non è chiaro se si tratti di omicidio o suicidio; in ogni caso, questa è l'ultima di ben 8 vicende simili, che hanno riguardato, negli ultimi 3 mesi, alleati di Yanukovych. Le circostanze delle morti non sono ancora chiarite.

KIEV - Dopo l'omicidio di Boris Nemtsov, leader dell'opposizione russa, è ora la volta dell'Ucraina. Un ex deputato, vicino al deposto presidente ucraino Viktor Yanukovych, è stato trovato morto a tarda notte a Kiev. L'uomo, il 52enne Oleg Kalashnikov, è stato raggiunto da colpi di arma da fuoco, ma non è chiaro se si tratti di omicidio o suicidio. 

L'ultima di una lunga, misteriosa serie
La vicenda giunge dopo una lunga serie di morti politiche misteriose: secondo quanto ha riportato la Bbc, negli ultimi tre mesi otto alleati di Yanukovych sono morti in circostante che non sono mai state chiarite dalla polizia: tutti i politici, infatti, sembrano essere deceduti per apparenti suicidi.

Forse legato al movimento anti Maidan
Kalashnikov era un esponente del partito delle Regioni guidato dall'ex presidente Yanukovych, deposto nel febbraio 2014 dopo l'ondata di proteste del movimento di piazza Maidan. Secondo le autorità - ha riferito radio Free Europe Liberty - Kalashnikov potrebbe essere legato al movimento anti Maidan che si opponeva alle proteste. «Senza dubbio il defunto sapeva molte cose su chi ha finanziato il movimento anti Maidan», ha dichiarato Anton Herashchenko, un alto funzionario del ministero degli Interni di Kiev.