13 novembre 2019
Aggiornato 03:00
In attesa della visita del Papa in Turchia

Erdogan: «Le donne non possono essere eguagliate agli uomini»

Per il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, la donna non può essere posta sullo stesso piano dell'uomo: è «contronatura». Secondo Erdogan uomini e donne «sono stati creati diversi» e la vera natura della donna si esprime nella maternità.

ISTANBUL - E' in occasione della giornata contro la violenza sulle donne che il presidente turco dà sfogo al suo pensiero affermando che l'eguaglianza tra uomini e donne «è contro la natura delle cose». Questa la dichiarazione nel corso di una conferenza dell'associazione «Donne e democrazia» il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che non ha mancato di attaccare, inoltre, le femministe turche accusate di non accettare il concetto di maternità.

LE DONNE NON LAVORANO COME GLI UOMINI - Il presidente turco si dice convinto della differenza tra i due sessi, apportando l'esempio nel mondo lavorativo. Secondo Erdogan, infatti, una donna in stato di gravidanza non sarebbe in grado di svolgere la propria mansione come farebbe, invece, un uomo. Il presidente turco, devoto musulmano, afferma, infatti: «Non puoi fare lavorare una donna incinta allo stesso modo di un uomo. Non puoi dare gli stessi compiti a un uomo e a una madre che sta allattando suo figlio. Le donne non possono fare qualsiasi lavoro che fa un uomo come accadeva nei regimi comunisti (?) E' contro la loro natura delicata».

LA DONNA È MADRE - Erdogan argomenta la sua convinzione raccontando un aneddoto personale che lo lega alla madre: «Sotto i piedi (delle madri) si dispiega il paradiso. Io baciavo i piedi della mia mammina - ha detto il Capo dello stato turco - Era riluttante. Non togliere il piede, le dicevo io, perché profuma di paradiso». L'essere donna coincide in tutto e per tutto con l'essere madre e il presidente turco non manca di esprimere palesemente il suo pensiero: «La nostra religione ha dato un compito alla donna: la maternità - ha spiegato Erdogan, che in passato si è più volte scagliato contro l'aborto definendolo un 'omicidio' - C'è chi lo capisce e chi non lo capisce. Questo è un tema impossibile da spiegare alle femministe, loro non accettano la maternità».

UGUAGLIANZA UOMINI E DONNE? CONTRONATURA«Porre donne e uomini sullo stesso piano è contronatura - continua il presidente della Turchia -. Uomini e donne sono stati creati diversi. La loro natura è differente, la loro costituzione è differente. Perché alle donne non è richiesto di fare lo stesso lavoro degli uomini, come nei regimi comunisti. Mentre le madri godono di una posizione alta, la più alta, che solo loro possono raggiungere». Parlando della sua regione d'origine, l'Anatolia, il presidente Erdogan afferma che la condizione della donna lì è misera: «Le nostre povere madri hanno sofferto enormemente e si sono ingobbite, mentre gli uomini giocavano a carte o a dadi nelle sale da tè. Un crimine».