17 luglio 2019
Aggiornato 00:30
Elezioni presidenziali

Afghanistan, sospeso il riconteggio dei voti del ballottaggio

Le divergenze fra i candidati riguardano principalmente i criteri di invalidazione del voto: difficilmente verranno rispettati i tempi previsti per la proclamazione del nuovo Presidente, fissata per il 2 agosto.

KABUL - Il riconteggio degli oltre 8 milioni di voti del ballottaggio delle elezioni presidenziali afgane è stato sospeso per qualche giorno a causa dei disaccordi fra i due candidati in lizza, Abdullah Abdullah e Ashraf Ghani, sulle procedure da seguire: lo ha reso noto la Commissione Elettorale Indipendente (Iec) afgana.
Il riconteggio dovrebbe riprendere al termine delle festività dell'Eid al-Fitr che la prossima settimana segneranno la fine del Ramadan, il mese sacro ai musulmani.

La proclamazione il 2 agosto - Le divergenze fra i candidati riguardano principalmente i criteri di invalidazione del voto: difficilmente verranno rispettati i tempi previsti per la proclamazione del nuovo Presidente, fissata per il 2 agosto.
L'accordo raggiunto fra i candidati - che si accusano vicendevolmente di brogli su vasta scala - con la mediazione del Segretario di Stato americano John Kerry prevede il riconteggio di 23mila urne con la partecipazione di osservatori internazionali.

Uomini armati uccidono 15 civili nel centro dell'Afghanistan - Uomini armati hanno fermato due veicoli, hanno fatto scendere le 15 persone a bordo e le hanno giustiziate sul ciglio della strada in una provincia del centro dell'Afghanistan solitamente risparmiata dalle violenze. «Gli aggressori hanno chiesto ai passeggeri di mettersi in fila e li hanno uccisi uno dopo l'altro», ha detto alla France presse Abdul Hai Khatibi, portavoce del governatore della provincia di Ghor.
Tra le vittime figurano anche tre donne e un bambino. SOlo un uomo è riuscito a mettersi in salvo. Il capo della polizia provinciale ha accusato i talebani.