4 dicembre 2020
Aggiornato 09:30
La crisi in Ucraina

Oppositore di Putin appena scarcerato si schiera con Kiev

Mikhail Khodorkovski dopo 10 anni di prigione si è subitp schierato a fianco del movimento anti russo ucraino ed è andato di persona nel cuore della rivolta, in piazza dell'Indipendenza da dove ha attaccato duramente Mosca accusandola di essere complice del governo Yanukovich per la morte di oltre 100 persone durante le rivolte

KIEV - Mikhail Khodorkovski, grande oppositore del presidente russo, attacca Vladimir Putin. Appena uscito dal carcere dopo 10 anni si è schierato a fianco del movimento anti russo ucraino ed è andato di persona nel cuore della rivolta, in piazza dell'Indipendenza a Kiev da dove ha attaccato duramente Mosca accusandola di essere complice del governo Yanukovich per la morte di oltre 100 persone durante le rivolte.

«Ho parlato con molta gente qui. La propaganda russa mente, come sempre. Non ci sono fascisti e nazi qui, per essere precisi non più che in qualsiasi altra strada di Mosca o San Pietroburgo», ha detto il dissidente russo.

Per Khodorkovski anche a Mosca sta crescendo il dissenso. «C'è una Russia completamente diversa - ha detto - ci sono persone che partecipano in questi giorni a manifestazioni contro la guerra nonostante gli arresti e i lunghi anni di carcere che rischiano».