12 luglio 2020
Aggiornato 05:30
Elezioni | Presidenziali USA 2012

«Non votate Obama», consiglio esplicito della grandi aziende USA

Diverse grandi aziende Usa hanno inviato lettere o pacchetti informativi ai loro dipendenti per suggerire, e alcune volte consigliare esplicitamente, come votare alle presidenziali del prossimo 6 novembre. E' quanto riporta oggi il «New York Times»

NEW YORK - Diverse grandi aziende Usa hanno inviato lettere o pacchetti informativi ai loro dipendenti per suggerire, e alcune volte consigliare esplicitamente, come votare alle presidenziali del prossimo 6 novembre. E' quanto riporta oggi il New York Times, rivelando come in alcune di queste missive, i dirigenti ammoniscano sul fatto che una rielezione di Barack Obama potrebbe danneggiare l'azienda, per un aumento dei costi dovuto alla riforma sanitaria o per un aumento delle tasse, paventando così un rischio per l'occupazione.
Il quotidiano americano ricorda che fino al 2010 la legge federale vietava alle aziende di usare fondi societari per sostenere e fare campagna per i candidati politici, e di suggerire ai dipendenti come votare, ma una sentenza della Corte suprema, 'Citizen United', ha eliminato tali divieti.
Il Nyt ricorda come sia stato lo stesso candidato repubblicano, Mitt Romney, a invitare gli imprenditori, in un incontro dello scorso giugno, a intervenire presso i propri dipendenti. «Spero chiariate ai vostri dipendenti quale sia l'interesse migliore per la vostra azienda e quindi per il loro lavoro e per il loro futuro nelle prossime elezioni», disse Romney nella conferenza organizzata dalla National Federation of Independent Business.

Sondaggio CNN: Obama in vantaggio di 4 punti in Ohio - Barack Obama si conferma in testa nei sondaggi in Ohio, ossia nello Stato che sembra sempre più decisivo alle prossime presidenziali del 6 novembre. Stando all'ultima rilevazione diffusa dalla Cnn, il Presidente ottiene il 50% dei consensi contro il 46% del suo rivale repubblicano Mitt Romney. Rimane quindi invariato il vantaggio di 4 punti percentuali rispetto all'ultimo sondaggio condotto dalla Cnn, il 9 ottobre scorso.
Nessuno Stato americano appare più importante per la riconferma di Obama alla Casa Bianca: se infatti il Presidente confermerà in Ohio lo stesso distacco alle urne, la conquista da parte di Romney dei 270 voti elettorali non sarà impossibile, ma molto difficile.

In Pennsylvania Obama al 49%, Romney al 43% - La Pennsylvania continua a preferire il Presidente Barack Obama, stando all'ultimo sondaggio pubblicato oggi dal quotidiano The Philadelphia Inquirer. Il 49% dei probabili elettori ha infatti dichiarato di sostenere Obama, contro il 43% che si è dichiarato a favore del candidato repubblicano Mitt Romney: il 9% si è definito indeciso.
L'ultimo sondaggio condotto dall'Inquirer, all'inizio di ottobre, dava Obama al 50% contro il 42% di Romney. Visto il netto vantaggio del Presidente in Pennsylvania, entrambi i candidati hanno perlopiù ignorato lo Stato, che con i suoi 20 voti elettorali è sempre stato ritenuto cruciale nella corsa alla Casa Bianca.