25 giugno 2017
Aggiornato 16:00
A un anno dall'abrogazione

«Don't ask, don't tell», sopravvive il tabł

La legge obbligava i militari americani a celare i propri orientamenti sessuali ed escludeva apertamente gay, lesbiche e bisessuali dall'esercito

NEW YORK - E' passato un anno da quando l'amministrazione Obama ha ufficialmente abolito la linea politica del «don't ask, don't tell» («non chiedere, non dire») che obbligava i militari a tenere nascosto il proprio orientamento sessuale ed escludeva apertamente gay, lesbiche e bisessuali dall'esercito.

PENTAGONO SODDISFATTO - Il Pentagono assicura che l'abrogazione della legge ha avuto effetti molto positivi, che non ci sono state discriminazioni e che nessuna delle catastrofiche previsioni di chi si opponeva all'abolizione si sono avverate. «Personalmente - si legge sul New York Times - penso che l'esercito sia definitivamente passato oltre e sia progredito nel corso di quest'anno» ha dichiarato il segretario della difesa Leon Panetta.