30 ottobre 2020
Aggiornato 15:00
Ieri nella capitale ucciso un giovane iracheno

Atene, incendiata la sede di Alba Dorata

Un ufficio del partito neonazista Alba Dorata ad Atene è stato danneggiato da un incendio il giorno dopo l'omicidio xenofobo di un giovane iracheno nel centro della capitale

ATENE - Un ufficio del partito neonazista Alba Dorata ad Atene è stato danneggiato da un incendio il giorno dopo l'omicidio xenofobo di un giovane iracheno nel centro della capitale. Lo ha riferito una fonte della polizia precisando che l'ufficio, al quarto piano di un edificio nel quartiere di Pangrati, era vuoto al momento dell'incendio provocato con del liquido infiammabile.

In un comunicato, Alba Dorata ha ribadito la sua determinazione a proseguire «la lotta Nazionale...fino a quando la Grecia non sarà tornata ai greci».

Nella notte di sabato, un giovane iracheno è stato accoltellato a morte nel centro della capitale ellenica da cinque uomini in sella a motociclette.

Il Paese è attualmente nel mirino delle Ong e delle organizzazioni internazionali fra cui il Consiglio di Europa per la crescente violenza xenofoba e per l'impunità dei suoi autori, fra cui molti presumibilmente affiliati al partito neonazista Alba Dorata, entrato in Parlamento con il 7% dei voti a giugno. L'omicidio del giovane iracheno avviene dopo il lancio di una operazione di polizia per sgomberare dei centri urbani dagli immigrati irregolari.