6 dicembre 2019
Aggiornato 21:30

Romney attacca in tv: Gingrich si difende

Mitt Romney a Tampa, in Florida, ha finalmente tirato fuori le unghie. Durante il dibattito repubblicano alla University of South Florida ha attaccato Newt Gingrich senza badare al politically correct. Il secondo resta avanti nei sondaggi. Oscurati Santorum e Paul

NEW YORK - Mitt Romney a Tampa, in Florida, ha finalmente tirato fuori le unghie. Durante il dibattito repubblicano alla University of South Florida ha attaccato Newt Gingrich senza badare al politically correct, ha subito preso in mano la situazione lanciando la sua offensiva: ha giocato la carta «Freddie Mac», ha accusato l'ex presidente della Camera di essere stato per anni il più importante lobbista del gigante dei mutui, gli ha rinfacciato quei 300.000 dollari all'anno che Gingrich ha ammesso candidamente di avere ricevuto per le sue consulenze.

Rick Santorum e Ron Paul completamente oscurati - A dire il vero, Romney si era preparato il terreno ancora prima del dibattito: pochi minuti prima dell'inizio, la sua campagna aveva fatto circolare un video, il secondo in poche ore, in cui accusava l'avversario di essere un lobbista senza scrupoli, «Mr. Washington Insider». Non stupisce dunque che sia subito partito un botta e risposta duro, piccato, i primi tre quarti d'ora di dibattito sono stati scintillanti, con Rick Santorum e Ron Paul completamente oscurati.
Proprio sui rapporti con Freddie Mac, Romney ha messo Gingrich con le spalle al muro. L'ex presidente della Camera ha abbozzato, è apparso in difficoltà, su Twitter si sono moltiplicati i commenti, un po' stupiti, di chi si chiedeva dove fosse finito il re dei dibattiti, a qualcuno è venuto il dubbio che Gingrich stesse mentendo. Romney ha incalzato - «ha avuto l'opportunità di guidare la Camera nel 1994, ma si è dimesso dopo essere finito in disgrazia», - ma ha mancato il colpo del ko. L'ex governatore ha commesso un errore sciocco: Gingrich ha abilmente riportato la discussione sulla dichiarazione dei redditi dell'ex governatore del Massachusetts e lui, incredibilmente, si è mostrato titubante su attacchi prevedibili.