17 novembre 2019
Aggiornato 18:00
Presidenziali USA 2012

La sorella lesbica di Gingrich: voterò Obama

Lesbica, tra le figure di punta del movimento per i diritti degli omosessuali americani, Candance non ha dubbi: «Quale che sia il candidato repubblicano spero non sia eletto»

WASHINGTON - A schierarsi per la rielezione di Barack Obama anche un esponente della famiglia Gingrich: Candance Cingrich-Jones, sorella del candidato ultraconservatore repubblicano, ha deciso di esplicitare la sua scelta di campo con un'intervista all'Independent britannico. Lesbica, tra le figure di punta del movimento per i diritti degli omosessuali americani, Candance non ha dubbi: «Non conta quale sarà il candidato repubblicano - dice - per quanto mi riguarda tenterò tutto quel che posso per fare in modo che non venga eletto».

Così, non è neppure questione di famiglia. Per Candance, nessuno tra gli aspiranti repubblicani alla casa bianca infatti sembra avere le credenziali in regola almeno sul fronte dei diritti. Obama, invece, nota la donna, ha fatto molto in tal senso e cita la scelta del presidente di abolire la famigerata regola del «don't ask, don't tell» all'interno della carriera militare (una convenzione che di fatto costringeva gli omosessuali a nascondere la loro identità sessuale).
L'intervista rivela anche alcuni dettagli della vita all'interno del clan Gingrich. Per quanto divisi dalla politica, Candence e Newt non si evitano e passano sempre insieme tutte le festività di Natale e altre occasioni conviviali. «Naturalmente - dice Candance - non parliamo di politica ma di cose da dire ne abbiamo comunque: storie e problemi di famiglia o football americano».