15 novembre 2019
Aggiornato 20:00
Presidenziali USA 2012

Gingrich accusato per attività di lobby nell'ultimo dibattito tv

Il favorito dei repubblicani è stato criticato dai suoi avversari per aver fatto azione di lobby per il colosso dei mutui Freddie Mac, salvato dallo Stato durante la crisi del 2008

WASHINGTON - Nell'ultimo dibattito televisivo, il favorito alla nomination repubblicana per le presidenziali del 2012, Newt Gingrich, è stato criticato dai suoi avversari per aver fatto azione di lobby per il colosso dei mutui Freddie Mac, salvato dallo Stato durante la crisi del 2008.

Le accuse degli avversari - Michel Bachmann ha accusato il rivale di aver «percepito 1,6 milione di dollari per influenzare gli eletti», mentre il texano Ron Paul ha denunciato come questo genere di rapporti, in cui pubblico e privato si mescolano, è «ciò che c'è di peggio in materia di economia».
Gingrich ha replicato assicurando di «non essere mai stato un lobbysta» e di non aver «mai cambiato idea a seconda delle somme di denaro». All'ex presidente della Camera dei rappresentanti, durante la presidenza di Bill Clinton, viene contestato di aver lavorato come consulente per Freddie Mac per circa otto anni , prendendo 1,6 milioni di dollari. All'epoca «ero una figura nazionale che conduceva varie attività, come scrivere libri, tenere interventi», ha aggiunto Gingrich nel dibattito tenuto a Sioux City, nell'Iowa, e trasmesso da Fox News. «Avevo scelto di non lavorare con persone di cui non condividevo i valori», ha proseguito, precisando quindi che «fare in modo che la gente potesse acquistare una casa» era un valore «cardinale in America».

In Iowa si apriranno il prossimo 3 gennaio le primarie repubblicane per scegliere il candidato chiamato a sfidare il presidente Barack Obama il 6 novembre 2012.