23 gennaio 2020
Aggiornato 02:00
Afghanistan | Missione ISAF

Critica Karzai, rimosso generale USA a capo della NATO

Il Generale Fuller aveva accusato di ingratitudine verso gli Stati Uniti il Presidente afgano

WASHINGTON - Il generale americano Peter Fuller, responsabile della forza Nato in Afghanistan (Isaf), è stato rimosso per aver criticato il Presidente afgano Hamid Karzai. Lo ha annunciato l'Isaf in un comunicato, in cui si precisa che la decisione è stata presa dal comandante delle forze internazionali in Afghanistan, generale John Allen, dopo i «recenti commenti pubblici inappropriati» di Fuller.

Il generale Fuller era il comandante aggiunto della missione Nato, responsabile dell'addestramento di 352.000 soldati e poliziotti afgani entro ottobre 2012. In un'intervista rilasciata al quotidiano Usa Politico, Fuller aveva commentato la recente dichiarazione di Karzai, secondo cui l'Afghanistan si sarebbe schierato al fianco del Pakistan in caso di una guerra con gli Stati Uniti, dichiarando: «Perchè non mi ficchi un ago in un occhio? Ridicolo, mi spiace, vi abbiamo appena dato 11,6 miliardi di dollari e ora dite non mi importa?». Nell'intervista Fuller sottolinea quindi come l'Afghanistan non riconosca il sacrificio «in denaro e sangue» fatto dagli Stati uniti per la sicurezza del Paese.
Secondo il generale Allen, «questi commenti infelici non rendono ragione dei nostri solidi rapporti con il governo afgano, i suoi leader o del nostro impegno comune per vincere in Afghanistan». La decisione di Allen ha ottenuto il pieno sostegno del Segretario alla Difesa Usa Leon Panetta, stando a quanto riferito alla France presse da un portavoce del Pentagono.