12 dicembre 2019
Aggiornato 19:30
Il viaggio del Papa in Germania

Vaticano: «Il livello della sicurezza non dipende da noi»

Dopo la sparatoria a Erfurt. Padre Lombardi: «Decidono le autorità locali»

FRIBURGO - «Le misure di sicurezza non dipendono dal Vaticano, ma dalle autorità locali»: lo ha precisato il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, in merito alle massicce misure che hanno accompagnato la visita del Papa a Erfurt.
In mattinata, prima della messa celebrata da Ratzinger, un uomo ha sparato con un arma di pressione ad aria, ferendo un'addetta privata alla sicurezza.

«La situazione della sicurezza cambia nei diversi viaggi del Papa all'estero», ha detto Lombardi rispondendo in una conferenza stampa a Friburgo alle domande dei giornalisti che riferivano delle polemiche nate sulla stampa tedesca relativamente all'eccesso di forze dell'ordine nella cittadina della Germania orientale. «A Malta ricordo che c'era pochissima polizia, in Turchia un gran dispiegamento. Dipende dai criteri di sicurezza del singolo paese. Naturalmente - ha precisato Lombardi - il Papa ha piacere di avere accesso ai fedeli».