31 marzo 2020
Aggiornato 08:30
Premio Nobel per la pace

10mila in Francia per ascoltare il Dalai Lama

La guida spirituale tibetana a Tolosa per tre giorni di seminari

TOLOSA - Il Dalai Lama, guida spirituale tibetana nonchè premio Nobel per la pace, è arrivato a Tolosa, in Francia, dove almeno 10mila tra francesi e stranieri lo attendono per tre giorni di seminari e conferenze sul buddismo.
Accompagnato da una delegazione di monaci tibetani di stanza in Francia, e dal suo personale inviato in Europa Kelsang Gyaltsen, il Dalai Lama potrebbe anche incontrare anche alcune personalità francesi nei prossimi giorni. Un'ipotesi che potrebbe scatenare le reazioni di Pechino.
In ogni caso, alla vigilia del viaggio in Francia, Paese che più di una volta l'ha accolto e che nel 2009 gli ha conferito la cittadinanza onoraria di Parigi, i suoi più stretti collaboratori hanno tenuto a precisare che il Dalai Lama «viene unicamente a titolo pastorale».

Proprio nel marzo scorso, il simbolo della lotta per l'indipendenza del Tibet aveva annunciato di voler lasciare il suo ruolo di guida politica a un successore «liberamente eletto». La scelta è ricaduta su Lobsang Sangay che quattro giorni fa ha giurato come nuovo primo ministro del governo tibetano in esilio. E, dunque, come successore politico del Dalai Lama.
I due condividono la stessa opinione nel perseguire una sorta di «autonomia significativa» del Tibet sotto Pechino, piuttosto che un'assai più difficile indipendenza dalla Cina.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal