19 gennaio 2020
Aggiornato 16:00
Marea nera

Bp: i risultati del test sono «incoraggianti»

Il Vice direttore generale Wells: «La pressione nel pozzo cresce»

NEW YORK - British Petroleum si è detta «incoraggiata» dai risultati ottenuti dopo il test cruciale di ieri sera con cui per la prima volta da mesi la fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico è stata fermata.
«I risultati sono incoraggianti», ha detto Kent Wells, vice direttore generale del colosso petrolifero britannico. E' comunque ancora presto per avere certezze. Il tappo installato a inizio settimana sulla falla sta per ora tenendo, ma la pressione è molto elevata. «La pressione continua a salire, e questo è conforme alle analisi degli ingegneri di Bp», ha detto Kent.
Il rischio maggiore è infatti dato dall'elevata pressione del gas naturale e del greggio contenuti nel giacimento - situato a oltre 1.500 metri di profondità - in grado o di provocare una falla nella cupola oppure, eventualità potenzialmente più grave, di farsi strada verso la superficie del fondale creando nuove aperture.