28 novembre 2021
Aggiornato 21:00
Elezioni in Gran Bretagna

Cameron apre ai LibDem per formare il governo

Il leader conservatore vince la tornata elettorale ma non ha la maggioranza assoluta

LONDRA - Il leader dei Conservatori David Cameron, che ha vinto le elezioni britanniche svoltesi ieri senza però conquistare la maggioranza assoluta necessaria per governare da solo, ha chiesto ai Liberaldemocratici di Nick Clegg di aiutarlo a formare il nuovo governo britannico.

ACCORDO AMPIO - Cameron, che ha ringraziato Clegg per aver riconosciuto il diritto dei Conservatori a formare il prossimo governo - avendo comunque conquistato la maggioranza dei seggi -, ha offerto ai Liberaldemocratici un accordo «ampio, aperto e globale» per una partnership di governo, sottolineando che il paese ha in questo momento bisogno di un esecutivo «forte e stabile».
«Vorrei fare un offerta aperta ai Liberaldemocratici - ha dichiarato Cameron - vorrei che lavorassimo insieme per affrontare i problemi più urgenti del nostro paese: la crisi economica, il debito, i problemi sociali e il sistema politico».

BASE COMUNE - Il leader dei Conservatori ha sottolineato che ci sono evidente «divergenze» tra i due partiti, emerse chiaramente in campagna elettorale durante i dibattiti televisivi, ma esiste a suo avviso anche una «base comune molto forte per formare un governo forte».
Cameron ha comunque posto dei paletti fermi, ribadendo che la Gran Bretagna non dovrà «cedere più poteri all'Unione Europea», e dovrà in particolare mantenere il «controllo sull'immigrazione» e «la difesa del paese».
Per quanto riguarda invece una eventuale riforma del sistema elettorale, fortemente voluta dal partito di Clegg, Cameron ha detto che «se ne dovrà discutere», ricordando come «i liberaldemocratici hanno le loro idee su questo, noi abbiamo le nostre».