24 febbraio 2020
Aggiornato 15:00
Missione ISAF

Karzai: gli sforzi Nato sulle vittime civili non bastano

Nuovo appello del Presidente afgano ai talebani per entrare nel processo politico

KAUBL - Non sono stati sufficienti tutti gli sforzi della Nato per scongiurare vittime civili nelle operazioni militari in Afghanistan, dove continuano a morire persone innocenti. Lo ha denunciato il presidente del Paese, Hamid Karzai.

Karzai ha lanciato questa accusa durante un discorso alla sessione inaugurale del parlamento. Ha inoltre rilanciato il suo appello ai combattenti talebani ad abiurare al Qaida e abbracciare il processo politico. Un appello che potrebbe avere una risonanza maggiore dopo una recente serie di arresti di leader talebani in Pakistan.

L'Isaf (Forza internazionale di assistenza alla sicurezza), ha spiegato Karzai, ha compiuto progressi nel ridurre le vittime civili e i bombardamenti aerei, responsabili della maggior parte degli incidenti costati la vita a persone innocenti. Karzai ha però sottolineato che questo sforzo non è sufficiente, sottolineando le recenti vittime nell'operazione - ancora in corso - nella città meridionale di Marjah.