15 novembre 2019
Aggiornato 06:30
Esteri. Ucraina

Tymoshenko minaccia nuove proteste contro Yanukovich

Braccio su ferro sulle nuove regole elettorali

KIEV - Yulia Tymoshenko minaccia di scendere in piazza contro Viktor Yanukovich, come nel 2004, se entreranno in vigore le nuove regole per le elezioni presidenziali volute dal Partito delle Regioni, che fa capo al candidato filorusso. «Ve lo garantisco - ha dichiarato oggi, come riporta Ria Novosti da Kiev - se questa legge entrerà in vigore porteremo in piazza la gente».

Il braccio di ferro tra i due candidati, a pochi giorni dal duello decisivo per la presidenza ucraina, verte attorno agli emendamenti adottati ieri sera dalla Rada, il parlamento ucraino, che prevedono di far lavorare, durante e dopo il voto di domenica, le commissioni elettorali anche in assenza di 'quorum', ovvero senza completare le quote di rappresentanti di lista dei vari partiti. Si tratta di una modifica alla norma richiesta dagli alleati del filorusso Viktor Yanukovich, i quali temono che Tymoshenko possa usare la clausola del quorum per fermare il processo elettorale in caso di un trend chiaro che indichi la sua sconfitta.

Le minacce di Tymoshenko fanno piombare sull'Ucraina - e soprattutto sul suo sfidante - il ricordo delle proteste di piazza del 2004, che costrinsero Yanukovich ad accettare un ritorno alle urne, da cui uscì sconfitto.