12 dicembre 2019
Aggiornato 22:30

Teheran: se Israele ci attacca, colpiremo siti nucleari

Lo ha detto ministro Difesa, Ahmad Vahidi, nel corso di una visita in Siria

DAMASCO - L'Iran colpirebbe le fabbriche di armamenti israeliane che producono «bombe sporche» e «armi nucleari» se lo stato ebraico attaccasse i siti nucleari iraniani. Lo ha annunciato il ministro della Difesa iraniano, Ahmad Vahidi, nel corso di una visita in Siria.
«La nostra prima risposta sarebbe attaccare i siti dove si fabbricano bombe sporche, chimiche, biologiche e armi nucleari», ha dichiarato il ministro, citato dall'agenzia di stampa Fars.

CENTRALI ATOMICHE - Israele, unico Paese a possedere secondo gli esperti un arsenale nucleare non dichiarato in Medio Oriente, non ha mai escluso un attacco contro le centrali atomiche in Iran per bloccare il programma nucleare iraniano. Gli occidentali temono che abbia obiettivi militari malgrado le smentite di Teheran.
L'Iran conduce regolarmente esercitazioni militari per sperimentare le sue capacità di resistere a un attacco aereo contro il suo territorio, in particolare contro i suoi siti nucleari.