23 ottobre 2019
Aggiornato 04:00
Esteri. USA-Giappone

Obama e Hatoyama studiano «nuova» alleanza

Tokyo blocca il rifornimento alle navi dirette in Afghanistan ed è decisa a risolvere la questione Okinawa

TOKYO - Si apre un nuovo corso nelle relazioni nippo-americane del 21esimo secolo. Il presidente Barack Obama ha incontrato il neo-premier giapponese Yukio Hatoyama oggi a Tokyo, nella speranza di ravvivare le relazioni con un Paese che ha deciso di imporsi maggiormente nelle decisioni che riguardano gli Stati Uniti.

«NUOVA» ALLEANZA - Per il primo ministro giapponese i rapporti tra Stati Uniti e Giappone devono «adattarsi ai nuovi tempi». Obama - in conferenza stampa congiunta con il leader nipponico - ha aggiunto che serve un'alleanza «rinnovata» e «ravvivata» tra i due paesi per tenere il passo con il cambiamento. Stati Uniti e Giappone «devono trovare le strade per rinnovare e ravvivare l'alleanza per il 21esimo secolo», ha dichiarato Obama, all'inizio del suo viaggio asiatico, che lo porterà anche a Singapore, Cina e Corea del Sud.

Il viaggio in Asia di Obama non comincia casualmente da Tokyo: «Il Giappone è la mia prima destinazione in Asia in veste di presidente. Ho cominciato il mio tour qui da Tokyo perchè l'alleanza tra gli Stati Uniti e il Giappone è il fondamento della sicurezza e della prosperità, non solamente per i nostri due paesi, ma per la regione Asia-Pacifico», ha dichiarato Obama.

AFGHANISTAN - Hatoyama da parte sua ha sottolineato che Tokyo non rifornirà più le navi dirette in Afghanistan, ma ha promesso aiuti ai civili afgani, nell'ambito dell'istruzione, dell'agricoltura e delle forze di sicurezza. Si è detto inoltre pronto a collaborare con gli States per combattere i cambiamenti climatici e la proliferazione nucleare. Obama ha poi fatto sapere che «presto» annuncerà il suo atteso programma strategico per l'Afghanistan.

OKINAWA - I due leader hanno parlato anche della ricollocazione della base militare americana di Okinawa, definita da Hatoyama «un tema difficile». Per Obama la questione va risolta in fretta: Usa e Giappone lavoreranno velocemente per risolvere la disputa sulle base militare americana a Okinawa. La questione della base, sostenuta da un accordo nippo-americano che segna il suo 50esimo anniversario l'anno prossimo, è uno dei punti più sensibili delle relazioni bilaterali tra Usa e Giappone.