28 gennaio 2020
Aggiornato 01:00
Esteri. Pakistan

Arsenale nucleare pachistano, Gates: misure sicurezza ci soddisfano

«Usa hanno grande fiducia nell'alleato pachistano»

ISLAMABAD - Gli Stati Uniti sono soddisfatti delle disposizioni adottate dal Pakistan per garantire la sicurezza del suo arsenale nucleare. Lo ha dichiarato il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Robert Gates, in un'intervista che sarà trasmessa questa sera da al Jazeera.

«Ho fondati motivi per ritenere che le misure di sicurezza adottate per l'arsenale nucleare pachistano siano sufficienti e adeguate», ha dichiarato Gates, secondo la trascrizione della sua intervista, trasmessa in anticipo agli organi di informazione.

Interpellato sul genere di garanzie su cui fondava questa dichiarazione, Gates ha risposto: «Direi che questo si basa sulla nostra percezione delle misure che i pachistani hanno adottato per il loro arsenale, i loro laboratori e così via, ma anche sulle assicurazioni che abbiamo ricevuto dai pachistani».

La settimana scorsa, gli Stati Uniti hanno però messo in guardia sul «rischio di proliferazione» che continua secondo loro a rappresentare Abdul Qadeer Khan, il padre della bomba atomica del Pakistan, che sostiene di aver recuperato la piena libertà di movimento. Washington è convinta che Khan, che aveva riconosciuto nel 2004 di avere passato il suo «know-how» a Iran, Corea del Nord e Libia, prima di ritirarsi, «rimane un rischio di proliferazione», si è lamentato il primo settembre Ian Kelly, il portavoce del Dipartimento di Stato di Washington.

Gates ha poi ribadito la fiducia verso l'alleato pachistano in termini di affidabilità dei servizi di intelligence, che sono stati accusati di collusione con i combattenti fondamentalisti in Afghanistan. Gates ha spiegato che i «legami» tra i servizi segreti di Islamabad e i gruppi di combattenti in Afghanistan sono stati mantenuti dopo la guerra contro i sovietici negli anni Ottanta come «copertura» al fine di monitorare la stabilità del vicino afgano. «Lavoriamo per lo stesso scopo. Ho grande fiducia nel pachistani», ha affermato il capo del Pentagono.